Excite

Omicidio Lignano: arrestata una sudamericana

  • Youtube

Le complesse indagini sull'omicidio dei due coniugi di Lignano Sabbiadoro potrebbero essere arrivate ad una svolta: la notizia di oggi è che una giovane donna è stata arrestata dai Carabinieri di Udine, che ne hanno disposto il fermo fuori regione insospettiti dal fatto che la ragazza stesse cercando di far perdere le proprie tracce.

La sudamericana arrestata per l'omicidio di Lignano. La ricostruzione delle indagini: guarda il video

Secondo le prime indiscrezioni, si tratterebbe di una commessa 23enne di origini sudamericane, che avrebbe lavorato in alcuni negozi a Lignano, non lontano dall’abitazione della coppia trovata sgozzata e torturata lo scorso 19 agosto. Addirittura sembra che la giovane abbia lavorato in uno dei negozi di proprietà di Rosetta Sostero e Paolo Burgato, dunque conoscerebbe bene le vittime.

Ma al momento non si lavora soltanto su questa pista. I Carabinieri stanno battendo tutte le strade possibili alla ricerca di una seconda persona che avrebbe partecipato al delitto: un uomo che potrebbe essere il complice della donna sospettata, probabilmente il suo fratellastro, il cui dna sarebbe compatibile con uno di quelli rilevato sulla scena del duplice omicidio. Mentre la ragazza è stata fermata fuori dal Friuli mentre cercava di scappare, sembra che l’uomo sia riuscito a fuggire a Cuba e ora risulta ricercato per omicidio.

Tra le tante piste seguite dagli inquirenti, c’era stata anche quella del delitto per motivi familiari, una vendetta legata ad affari finiti male: Rino Sostero, fratello della vittima, è stato interrogato diverse volte in merito al fallimento milionario delle sue società di costruzioni avvenuto poche settimane prima del delitto e che ha suscitato non poche perplessità, vista la portata degli affari della ditta.

A deviare poi il corso delle indagini è stato il riscontro delle impronte digitali e delle tracce di Dna di cinquanta artisti del circo "Bellucci più Mario Orfei", presenti a Lignano nella notte tra il 18 e il 19 agosto. Proprio dalle analisi sulle tracce organiche nella villetta di via Annia 12 a Lignano sarabbero emersi dati decisivi per arrivare al fermo della donna sudamericana. La ragazza sarà sottoposta all’interrogatorioda parte del magistrato inquirente, il pm Claudia Danelon, alla ricerca di un riscontro effettivo delle sue responsabilità.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017