Excite

Omicidio Meredith Kercher, sentenza Cassazione in serata: ultima chance per Raffaele Sollecito

  • Getty Images

Arriverà probabilmente in serata la sentenza bis della Cassazione sull'omicidio di Meredith Kercher, verdetto che confermerà o annullerà la decisione della Corte d'Assise di Firenze del gennaio 2014 in merito alla colpevolezza di Raffaele Sollecito ed Amanda Knox, rispettivamente condannati a 25 e 28 anni e 6 mesi.

Sollecito, un matrimonio per sfuggire al carcere? Le voci sui giornali Usa

Accompagnato dai propri legali, l'ex studente dell'Università di Perugia sarà presente in aula, mentre la coimputata attenderà dalla propria abitazione a Seattle la lettura della pronuncia della Corte di Cassazione.

Come già accaduto nelle precedenti tappe della lunga vicenda processuale iniziata più di 7 anni fa nel tribunale del capoluogo umbro, una folta rappresentanza di cronisti delle principali tv, radio e testate giornalistiche assisterà alla sentenza garantendo la massima risonanza mediatica alla decisione dei giudici della V sezione penale della Cassazione.

Al vaglio dei magistrati di terzo grado, negli ultimi mesi, sono stati i ricorsi presentati dai legali degli imputati: gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori per la difesa di Raffaele Sollecito, Carlo Vedova e Luciano Ghirga per Amanda Knox.

(L'intervista esclusiva a Linea Gialla di Raffaele Sollecito dopo la condanna. Video)

Fino ad oggi, l'unico reo confesso per il delitto di Perugia risulta l'ivoriano Rudi Guede, condannato a 16 anni di reclusione con la procedura di patteggiamento richiesta dallo stesso per l'omicidio della giovane universitaria inglese Meredith Kercher del 1 novembre 2007.

Le porte del carcere potrebbero da domani riaprirsi per Raffaele Sollecito, già costretto a scontare quasi un lustro di reclusione in seguito alla sentenza di condanna emessa dal tribunale della Repubblica di Firenze nel processo di primo grado, pronuncia sconfessata dall'appello nel 2011 con l'assoluzione di entrambi gli imputati.

Anche la famiglia della vittima rimarrà in attesa del giudizio della Corte di Cassazione fino alla serata, rappresentata in aula al palazzo di giustizia a Roma dagli avvocati Serena Perna, Vieri Fabiani e Francesco Maresca in qualità di legali di parte civile.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017