Excite

Sarah Scazzi, arrestati il fratello e il nipote di Michele Misseri

L'omicidio Sarah Scazzi è un giallo infinito, una nuova scottante novità è emersa nelle ultime ore. Infatti il procuratore di Taranto ha chiesto l'arresto per Carmine Misseri e Cosimo Cosma, il fratello e il nipote di Michele Misseri, lo zio della quindicenne di Avetrana.

Le foto del ritrovamento del corpo di Sarah Scazzi

Cosima Serrano, la mamma di Sarah, da tempo continuava a ripetere che bisognava cercare nella famiglia Misseri altre verità. Sono stati ascoltati, per fortuna, i suoi disperati appelli a continuare nelle indagini e questa mattina sono stati condotti in carcere, per custodia cautelare, i due uomini, per cui è scattato il divieto di parlare con i propri legali sino all'interrogatorio di garanzia.

Carmine Misseri e Cosimo Cosma sono accusati di occultamento di cadavere. Questo è emerso dai tabulati delle telefonate fatte dallo zio di Sarah, il giorno della scomparsa della ragazza, il 26 agosto. Dopo la morte il corpo di della quindicenne venne trascinato dal garage dell'abitazione di Misseri fino alle campagne del paese in contrada Mosca, per essere nascosto nel pozzo del podere della famiglia stessa.

Le due telefonate che inchiodano gli uomini sono avvenute alle 15.08, poco dopo l'omicidio di Sarah, quando Michele telefonò al fratello, ma sulla conversazione ci sono voci discordanti e l'altra chiamata, al nipote, è avvenuta intorno alle 18.28 del 26 agosto: 'Per caso da sopra la Riforma è passata qualche macchina sospetta che c'era Sarah dentro?' la risposta di Cosimo: 'No, di qua non è passato nessuno'.

Anche le mogli dei due uomini sono state chiamate a testimoniare questa mattina, ma questi nuovi arresti non modificano il quadro accusatorio, l'assassina, secondo gli inquirenti, è sempre Sabrina Misseri.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017