Excite

Omicidio Sarah Scazzi, Sabrina Misseri riceve lettere d'amore

Sabrina Misseri è in carcere dal 15 ottobre, da quando il padre,, durante un interrogatorio, parla di lei come complice dell'omicidio della quindicenne di Avetrana. Dopo qualche settimana è diventata l'unica assassina di questa triste vicenda e la sua vita in carcere è sempre più dura.

La ragazza continua a proclamarsi innocente e a crederle sono solo i suoi ammiratori. Sabrina, infatti, riceve molte lettere d'amore: 'Mi vuoi sposare?', 'So che sei innocente, sono sicuro che lo proverai'. Tanti mitomani sono pronti a sostenerla e altri a offenderla: 'Morirai come hai fatto morire Sarah'.

In attesa dell'incidente probatorio di venerdì, Michele Misseri, non vuole parlare con nessuno, anche perché ha tirato, in ballo, l'ultima volta, anche la super testimone Mariangela Spagnoletti, che avrebbe visto Sabrina troppo agitata il giorno dell'omicidio. Lo zio di Sarah avrebbe dichiarato: 'L'hanno trascinata in garage. L'amica di Sabrina, può darsi pure che stava in mezzo non lo so', poi spiega: 'L'ho vista dopo con Sabrina, ma dopo che me ne sono andato io però'.

Intanto spunta una corda misteriosa. Anna Pisanò, la donna che avrebbe riferito le parole di Sabrina: 'Io più brava di papà', ha aggiunto alcuni particolari al suo racconto riguardante una probabile arma del delitto: 'Concetta mi disse che il pomeriggio della scomparsa di Sarah, mentre erano tutti impegnati nella sua ricerca, la sorella Emma Serrano, ha notato un cane di piccola pezzatura con in bocca una corda. Concetta mi disse che la sorella aveva sottratto la corda al cane, l'aveva messa in una busta e poi portata presso la sua abitazione'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017