Excite

Oscar, il gatto-sensitivo che prevede chi morirà

Lo chiamano "angelo della morte", "oracolo della Provvidenza" è un gatto di due anni adottato da un ospizio per pazienti psichiatrici e persone malate di Parkinson ed Alzheimer a Providence, in Rhode Island (USA). Ad Oscar, questo il nome del felino, è dedicato un articolo "A Day in the Life of Oscar the Cat" sull'ultimo numero del "New England Journal of Medicine", una delle più importanti riviste scientifiche del mondo, perchè Oscar sembrerebbe essere in grado di capire in anticipo quando un paziente sta per morire.

Quando Oscar si avvicina ad un paziente e si accoccola accanto a lui, vuol dire che la morte è vicina. In genere non passano più di quattro ore. Non si può più parlare di coincidenza. I casi registrati sarebbero almeno 25, tanto che gli stessi infermieri hanno cominciato a chiamare in anticipo i familiari quando notano il gatto passare un certo tempo vicino ad un paziente.

Per tanti Oscar è un angelo che fa compagnia ai malati nelle loro ultime ore di vita, per tanti altri invece è una maledizione. Lo allontanano dalle stanze quando lo vedono avvicinarsi, anche se il gatto graffia le porte che trova chiuse, perchè è certo di non sbagliarsi. Per Oscar, che ha cominciato a mostrare questo comportamento dall'età di sei mesi, non si tratta di "affettuosità". Il suo è una vera e propria "missione", un lavoro che prende seriamente, confermato appunto proprio dai ricercatori scientifici come David Sosa che affermano "Non fa molti errori. Sembra essere in grado di capire quando i pazienti stanno per morire", meglio degli esperti in malati terminali.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016