Excite

Pantente europea, utile o no?

Nell’arco di sei mesi la nuova patente di guida europea entrerà nel portafogli di tutti i cittadini comunitari.
E' stata infatti emanata la direttiva che istituisce un modello unico di patente, in sostituzione dei 110 esistenti oggi nei 25 paesi dell'Unione Europea.

Al fine di agevolare i controlli il provvedimento - subito operativo, in quanto si tratta di una decisione congiunta del Parlamento europeo e del Consiglio europeo - prevede che la nuova patente abbia la forma di una carta di credito.
La nuova patente sarà dotata di microchip - per poter inserire i dati del conducente, variabili da paese a paese - e potrà servire anche come documento di identità o per effettuare pagamenti.

Il provvedimento contiene chiare disposizioni volte a contrastare il cosiddetto "turismo delle patenti di guida": in altre parole il comportamento di un cittadino che, obbligato a restituire la patente nel proprio paese a causa di una violazione grave, riesce a conseguirne una nuova in un altro Stato membro, che il proprio paese d’origine è costretto a riconoscere.

Una notizia che se da un lato rappresenta una curiosà novità, dall’altro preoccupa gli automobilisti: quanto costerà rinnovare il nuovo documento? Quanto dovranno sborsare per ottenerla? Ci saranno spese aggiuntive? Quali libri di testo si dovranno acquistare per fare l’esame di teoria? Quanto costerà un’ora di lezione di pratica?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016