Excite

Papa Benedetto XVI lascia il Pontificato dal 28 febbraio - La diretta

  • Getty Images

Papa Benedetto XVI lascia il Pontificato dal 28 febbraio 2013. Lo ha annunciato lo stesso pontefice in latino durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto. Su Twitter partono le prime battute sulle dimissioni del Papa: "Benedetto figliolo, eri rimasto l'unico con un vero contratto a tempo indeterminato. #Ripensaci"

Seguite qui la diretta in continuo aggiornamento e con le prime dichiarazioni

Le dimmissioni del Papa su Twitter, l'ironia degli utenti

L'annuncio sulle prime pagine della stampa estera

Il Papa, la fotostoria dal 2005 ad oggi

La profezia di Nanni Moretti

Il video delle dimissioni del Papa

Update ore 14.21 Si è conclusa la conferenza stampa di Padre Federico Lombardi che ha annunciato: niente telecamere in piazza San Pietro fino a domani. La piazza è attorniata da telecamere e fotografi, dispiegati lungo via della Conciliazione. Tra i fedeli presenti, per lo più turisti stranieri, domina lo sconcerto e l'incredulità per la notizia.

Update ore 13.24 Il Papa si dimette il 28 febbraio 2013 alle ore 20. Ma perchè proprio quell'orario? Il portavoce: "Sarà una questione di fusorario...non ho un'altra risposta..."

Update ore 13.21 Il precedente storico risale a qualche secolo fa. L'ultimo Papa ad abdicare fu Celestino V.

Update ore 13.15 Padre Lombardi rispondendo, esclude motivi legati ad una possibile depressione del Pap: "Non ha lasciato per depressione o scoraggiamento".

Update ore 13.05 Per la morte di Benedetto XVI ci saranno funerali di Stato?, chiede una giornalista. Padre Lombardi non risponde nel merito: "Non è una decisione che dobbiamo prendere adesso".

Update ore 12.59 La previsione del portavoce del Vaticano: per Pasqua avremo il nuovo Papa.

Update ore 12.54 Il Papa si trasferirà a Castel Gandolfo dopo aver terminato il ministero. Si dedicherà alla preghiera e alla riflessione.

Update ore 12.49 La motivazione del Papa, secondo padre Lombardi, è perfettamente coerente con le dichiarazioni pubblicate nel libro scritto da Benedetto XVI in cui si legge: "Quando il pericolo è grande non si può scappare, in questo momento non posso dimettermi, lo farò in un momento di serenità o quando non ce la farò più". E ancora: "Quando il Papa non ha più la forza di andare avanti psicologicamente e fisicamente allora ha il diritto e il dovere di dimettersi".

Update ore 12.45 E' in corso la conferenza stampa del Vaticano. Padre Lombardi, portavoce della Santa Sede, conferma la stanchezza rivelata dal Papa. "Il Pontefice non dispone più delle forze". E' una rinuncia libera quella di Benedetto XVI, secondo il diritto canonico, le dimissioni di un Papa non devono essere accettata da nessuno.

Update ore 12.42 Il Vaticano è sotto shock dopo la decione del Papa. Padre Lombardi ha convocato una conferenza stampa d'urgenza nella stampa vaticana .

Update ore 12.34 La notizia delle dimissioni del Papa sta spopolando sui social network. Su Twitter l'hashtag è primo tra i top trend

Update ore 12.28 Papa Benedetto XVI, nato Joseph Aloisius Ratzinger, è dal 19 aprile 2005 il vescovo di Roma e il 265º papa della Chiesa cattolica.

Update ore 12.24 La stampa internazionale Reuters, poi la Cnn e a seguire al Arabiya, France Presse, i britannici Telegraph e Bbc, poi Sky News hanno lanciato la notizia prima ancora della conferma del Vaticano.

Update ore 12.18 Ecco il testo dell'annuncio del Papa: "Carissimi Fratelli, vi ho convocati a questo Concistoro non solo per le tre canonizzazioni, ma anche per comunicarvi una decisione di grande importanza per la vita della Chiesa. Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino. Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato. Per questo, ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà, dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005, in modo che, dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sarà vacante e dovrà essere convocato, da coloro a cui compete, il Conclave per l’elezione del nuovo Sommo Pontefice. Carissimi Fratelli, vi ringrazio di vero cuore per tutto l’amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero, e chiedo perdono per tutti i miei difetti. Ora, affidiamo la Santa Chiesa alla cura del suo Sommo Pastore, Nostro Signore Gesù Cristo, e imploriamo la sua santa Madre Maria, affinché assista con la sua bontà materna i Padri Cardinali nell’eleggere il nuovo Sommo Pontefice. Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorrò servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio".

L'audio dell'annuncio

Update ore 12.15 La prima dichiarazione dal mondo politico viene dal segretario del Partito Democrati, PierLuigi Bersani: "Notizia di portata storica". Così Pier Luigi Bersani, intervistato a Radio Montecarlo. "Non che questo non abbia precedenti, ma bisogna risalire a secoli fa. E' una notizia di portata storica due volte", ha spiegato, "è rarissima come decisione e, secondo, viene fatta da un Papa che non la prende certo per debolezza. E' un grande teologo che ha messo la teologia al servizio della Chiesa".

Update ore 12.10 Il Papa ha detto: "Lascio per bene della Chiesa". Benedetto XVI ha spiegato di sentire il peso dell'incarico di pontefice, di aver a lungo meditato su questa decisione e di averla presa per il bene della Chiesa.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017