Excite

Papa Francesco alle vittime dei preti pedofili: "Chiedo perdono, suicidi sulla mia coscienza"

  • Getty Images

Nuova importante presa di posizione di Papa Francesco in tema di pedofilia nel clero, al centro di una profonda riflessione in Vaticano dopo gli scandali emersi negli ultimi anni.

Bergoglio riduce le spese della Chiesa e taglia gli stipendi al clero: spending review in Vaticano

Rivolgendosi direttamente alle vittime degli abusi sessuali ad opera di secerdoti in Italia e non solo, il Pontefice ha chiesto “perdono per i gravi crimini non senza lanciare un severo monito nei confronti di tutti coloro che hanno compiuto peccati di omissione”.

L’attenzione di Bergoglio si è ormai da tempo concentrata sull’opera di rinnovamento, ad ampio raggio, delle strutture ecclesiastiche talvolta lambite da questioni giudiziarie o inchieste giornalistiche su temi particolarmente delicati, in primis sugli scandali legati alla denuncia delle violenze contro bambini da parte di ministri di culto cattolici.

Nell’omelia della messa dedicata alle persone che hanno subito abusi a sfondo sessuale per mano di preti pedofili, Papa Francesco ha puntato l’indice contro i sacerdoti colpevoli di “aver profanato l’immagine di Dio sacrificando i bimbi “all’idolo della concupiscenza.

(Papa Francesco in Molise, folla in festa per il suo arrivo in Cattedrale a Isernia)

Il ringraziamento del massimo rappresentante della Chiesa nei confronti delle vittime della pedofilia, riassunto nelle parole “il miracolo della speranza che prevale sulla più profonda oscurità, ha preceduto l’affondo sulle responsabilità del clero in una vicenda che ha scalfito l’immagine del Vaticano in diverse occasioni, con un “effetto dirompente sulla speranza in Dio e sulla fede delle persone coinvolte.

Tra gli impegni presi a chiare lettere dal Pontefice per scongiurare il rischio che “peccati simili si ripetano”, prioritaria è la revisione della formazione del personale ecclesiastico con politiche e procedimenti finalizzati ad incrementare la prevenzione rispetto a fenomeni definiti “più che atti deprecabili.

In questo senso, significativo è l’appello alla Pontificia Commissione per la tutela dei minori per un’immediata opera di potenziamento degli strumenti disponibili per favorire la protezione dei bambini “di qualsiasi religione da ogni tipo di violenza.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017