Excite

Papa Francesco, messa inaugurale. L'appello ai potenti: "Custodite il creato e l'uomo"

  • Televaticano

Una folla entusiasta in piazza San Pietro ha assistito alla messa inaugurale del pontificato di Papa Francesco I martedì 19 marzo 2013: anticonformista anche nella giornata solenne dell'intronizzazione, il "Vescovo di Roma", come ama definirsi, ha rinunciato alla papamobile ed è arrivato in piazza a bordo di una jeep bianca con cui ha girato tra i fedeli, accolto da un boato di gioia. Nel suo percorso Papa Francesco ha anche chiesto di fermare la jeep per abbracciare e baciare un malato: un gesto che ha impressionato la folla in Piazza San Pietro.

Intronizzazione Papa Francesco, le foto della giornata storica

In mattinata Papa Francesco era stato in visita alla tomba di San Pietro, sotto l'altare centrale della Basilica, insieme ai patriarchi e agli arcivescovi maggiori delle Chiese orientali cattoliche. Dalla tomba di Pietro è partita la processione di apertura della cerimonia religiosa. Papa Francesco ha fatto il suo ingresso in piazza con i paramenti sacri e in mano il pastorale (una casula bianca semplice, non damascata). Il pallio con la sciarpa di lana bianca e le croci rosse è uno dei simboli del ministero petrino, così come l'anello del pescatore consegnato dal cardinale Angelo Sodano a Papa Bergoglio, che lo ha voluto in argento e non in oro.

Papa Francesco, l'intronizzazione e la messa d'inaugurazione in diretta

Sul palco insieme a Papa Francesco sono saliti 180 concelebranti della Messa di inizio pontificato, tra cardinali e altri ecclesiastici, mentre a sinistra dell'altare hanno seguito la cerimonia gli arcivescovi e vescovi e a destra i capi di Stato e le 132 delegazioni dei Paesi arrivate a Roma per l'evento. Il Pontefice ha aperto la sua omelia con un messaggio a Papa Ratzinger: "Gli siamo vicini con la preghiera, piena di affetto e di riconoscenza" ha detto Bergoglio di Benedetto XVI, definendo una "coincidenza molto ricca di significato" la circostanza che il suo pontificato si sia aperto nel giorno di San Giuseppe, onomastico del "venerato predecessore". Papa Francesco ha rivolto poi un appello accorato ai grandi della Terra: "Per favore, custodite il creato e l'uomo". Un messaggio di speranza rivolto a chi ricopre "ruoli di responsabilità in ambito economico, politico o sociale" ma anche a tutti gli uomini di buona volontà, con l'invito ad essere "custodi della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, dell'altro e dell'ambiente". E proprio come ha insegnato Francesco d'Assisi, il Papa invita ad "aver rispetto di tutti, di ogni persona, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che speso sono nella periferia del nostro cuore".

Papa Francesco, primo giorno di Pontificato tra saluti ai potenti e doni: le foto

Papa Francesco ha ribadito la sua concezione della Chiesa, intesa come servizio a Dio e per questo vicinanza ai più umili: "Il ministero del vescovo di Roma comporta anche un potere, ma il vero potere è il servizio e anche il Papa per esercitare il potere deve guardare al servizio umile di Giuseppe, guardare con affetto e tenerezza la intera umanità, specie i più poveri, i più deboli, i più piccoli". Poi l'invito a riscoprire il valore della bontà: "Non dobbiamo avere paura della bontà, neanche della tenerezza".

Da piazza San Pietro, subito dopo la benedizione impartita da Papa Francesco, si è levato il grido 'Viva il Papa' insieme a tanti applausi. Subito dopo il Papa ha incontrato i capi di Stato e le delegazioni dei Paesi arrivate a Roma per l'evento, scambiando un saluto cordiale anche con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Dopo la messa di inizio del pontificato, sul profilo Twitter del Papa è apparso il messaggio cardine della sua omelia: "Custodiamo Cristo nella nostra vita, abbiamo cura gli uni degli altri, custodiamo il creato con amore".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017