Excite

Paris Jackson, su Twitter messaggi prima del suicidio: la figlia di Jacko ricoverata a L.A.

  • Facebook

Paris Jackson, secondogenita di Michael Jackson, ha tentato il suicidio nella casa di Calabasas, in California: la conferma delle indiscrezioni di stampa che si erano diffuse ieri è arrivata direttamente dalla madre della ragazza, Deborah Jeanne Rowe. La 15enne, che vive insieme ai due fratelli (il primogenito Prince Michael Jackson, Prince Michael Jackson II detto Blanket) e la nonna Katherine, si è procurata "svariati tagli a uno dei polsi", come riportano i media locali. Il Los Angeles Time aveva parlato di "probabile overdose", mentre la madre di Paris, interpellata dal programma Entertainment Tonight, ha confermato che si è trattato di tentato suicidio.

I fatti sono avvenuti la notte del 4 giugno: una chiamata al pronto intervento avverte che Paris Jackson si è tagliata le vene dei polsi e che sarebbe andata in overdose. La ragazza viene portata via in barella dalla sua abitazione verso le 2 di notte, ricoverata a Los Angeles. Il primo a dare la notizia è il sito Tmz, lo stesso che annunciò la morte della popstar Michael Jackson il 25 giugno del 2009.

Il ricovero in ospedale è stato confermato da un avvocato della famiglia e da diversi altri testimoni. Il legale della nonna Kathrine ha spiegato al Daily News che la ragazza "ha sofferto per la perdita del padre, ma non sappiamo che cosa possa essere accaduto per far precipitare così la situazione". Anche la portavoce del nonno Joe Jackson ha detto che la giovane "ha tentato di ammazzarsi".

Non sarebbe la prima volta che Paris Jackson prova a togliersi la vita. Sempre secondo il sito Tmz, già in passato la ragazza avrebbe tentato il suicidio usando questo gesto estremo come richiesta d'aiuto, ma "questa volta ha fatto sul serio". La sua condizione psicologica sarebbe peggiorata dopo la morte del padre, per la sofferenza della perdita e le traversie legali in cui è stata coinvolta: la ragazza ha infatti testimoniato nel processo contro Aeg, la società che avrebbe dovuto promuovere la tourneé "That Is It" del 2009 e che secondo i familiari di Michael sarebbe responsabile della morte dell'artista.

Poco prima di tentare il suicidio, Paris ha lasciato dei messaggi su Twitter: "Mi chiedo perché le lacrime sono salate" ha scritto, per poi citare un celebre verso della canzone dei Beatles Yesterday: "Ieri, sembrava che tutti i miei problemi si fossero allontanati, ma ora sembra che siano tornati per restare".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017