Excite

Pensionato suicida a Civitavecchia, la moglie: "Non so come andare avanti". Banche, da Renzi ok a commissione inchiesta

  • Twitter @la_stampa

Il giorno dopo la divulgazione sui media nazionali della notizia del tragico gesto di un pensionato di Civitavecchia, morto suicida lo scorso 28 novembre a 68 anni a causa dello shock legato alla perdita di tutti i risparmi per il crac del proprio istituto di credito, governo e UE si interrogano sulle conseguenze (in questo caso drammatiche) del decreto salva banche varato dal Cdm 20 giorni fa con una scia di polemiche a dir poco infuocata.

Truffa da 100mila euro, anziano si toglie la vita a Civitavecchia

Le ultime parole dell’anziano sconvolto dalla truffa da circa 100mila euro subita in seguito al fallimento della Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, secondo quanto raccontato dalla moglie di Luigi D’Angelo il cui corpo giaceva senza vita accanto a un bigliettino, sembrano chiamare direttamente in causa i responsabili di manovre illecite nei confronti dei risparmiatori.

Andrò avanti, se ci riuscirò” ha dichiarato la donna che poche ore fa si è concessa ai microfoni dei giornalisti per una breve intervista confermando le circostanze riferite dalla stampa da inizio giornata in merito al ritrovamento del corpo del marito ed alle motivazioni del gesto fatto tre settimane fa dal 68enne pensionato di Civitavecchia.

(Pensionato si suicida dopo aver perso i risparmi di una vita investiti in banca)

“Un suicidio di Stato le parole al vetriolo apparse sul profilo Facebook del segretario nazionale della Lega Nord e leader in pectore della destra italiana Matteo Salvini, in prima fila nello scontro col governo Renzi sul tema del contestatissimo provvedimento salva banche, mentre meno prevedibile è risultato l’attacco del commissario UE ai servizi finanziari Jonathan Hill, molto critico sia nei confronti degli istituti finanziari che verso l'esecutivo di Roma per le responsabilità connesse alla vendita di “prodotti inadatti”.

Durissima la presa di posizione del Codacons, pronto ad un’azione legale contro l’esecutivo nazionale per “istigazione al suicidio” con riferimento al caso di cronaca di Civitavecchia. Prova a gettare acqua sul fuoco intanto il premier Matteo Renzi, dichiaratamente “favorevole” all’istituzione di una commissione d’inchiesta a tutela dei risparmiatori danneggiati dalle banche.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021