Excite

Peppino Impastato e Aldo Moro, oggi anniversario morte

  • Infophoto-Wikipedia

Oggi 9 maggio l'Italia ricorda due vittime della mafia e del terrorismo nel giorno in cui decorre l'anniversario della loro morte nel 1978: il giornalista e attivista Peppino Impastato e il Presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro. La morte di Impastato, avvenuta in piena notte, passò inizialmente inosservata perchè proprio in quelle ore veniva ritrovato il corpo senza vita dell'ex Presidente del Consiglio in via Caetani a Roma, dopo 55 giorni di prigionia delle Brigate Rosse.

Il giornalista di Cinisi fu assassinato a 30 anni su mandato di Gaetano Badalamenti, boss di Cosa Nostra, nel corso della campagna elettorale, 5 giorni prima della sua elezione a consigliere comunale di Cinisi nelle liste di Democrazia proletaria. Con il suo cadavere, dilaniato da una carica di tritolo posta sui binari della linea ferrata Palermo-Trapani, venne inscenato un suicidio. Solo l'11 aprile 2002, grazie alla guerra combattuta dalla madre di Peppino e dal Centro Impastato, il mafioso Gaetano Badalamenti è stato condannato all'ergastolo per l'omicidio del giovane attivista.

A 34 anni dalla morte il Paese celebra i due personaggi nel "Giorno della Memoria", in ricordo di quanti hanno perso la vita durante gli anni di piombo. Al Quirinale si terrà una celebrazione, preceduta dalla deposizione di una corona di fiori in via Caetani davanti alla lapide di Aldo Moro alla quale parteciperanno le associazioni e numerosi familiari di vittime del terrorismo. Prenderanno la parola anche alcuni giovani autori del libro "A onor del vero. Piazza Fontana. E la vita dopo", e Piergiorgio Vittorini, avvocato al processo di Piazza della Loggia e promotore del progetto "Memoriale per le Vittime del terrorismo e della violenza politica".

Questa mattina saranno esposte, sempre al Quirinale, due delle lettere scritte da Aldo Moro durante i giorni della sua prigionia, in esposizione fino al 18 maggio e saranno anche oggetto di un dibattito in una serie d'incontri dal titolo "Siate indipendenti. Non guardate al domani, ma al dopo domani...".

Anche i social network ricordano Impastato e Moro. Entrambi su Twitter sono diventate le parole più cinguettate di oggi nella classifica dei top trend. Numerosissimi utenti postano sul profilo le frasi più celebri dei due uccisi: "Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l'’omertà", #PeppinoImpastato. "Quando si dice la verità non bisogna dolersi di averla detta. La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi", #AldoMoro.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017