Excite

Petra László, licenziata reporter tv che infieriva con calci e sgambetti sui migranti in fuga (VIDEO)

  • Twitter @RanaHarbi

Il dramma dei migranti continua a “bucare lo schermo” in questi giorni scuotendo le coscienze sul tema dell'accoglienza di rifugiati e profughi, complice l’immagine terribile del piccolo Aylan morto in spiaggia insieme al fratellino nel tentativo di raggiungere la Grecia via mare dalla costa turca.

Polizia ungherese usa la forza coi migranti, giornalista infierisce: le foto

La notizia dell’apertura delle porte del “Vecchio Continente", in primis della Germania capofila della nuova politica dei Paesi membri dell’UE nei confronti dei siriani scappati dalla guerra, ha restituito un’immagine positiva delle istituzioni comunitarie al cospetto del mondo, ma l’altra faccia della medaglia, nelle stesse ore, è rappresentata dalla dura repressione al confine tra Serbia e Ungheria.

Quanto accaduto due giorni fa nei pressi di Roszke, località di frontiera attraversata da centinaia di migranti respinti con la forza dalla polizia magiara, lascia poco spazio a dubbi su quanto attuale sia il pericolo di una riesplosione di vecchi fenomeni tristemente noti in Europa e non solo: razzismo, intolleranza e odio sociale rischiano di contagiare intere popolazioni, magari ispirate dai loro governi.

Icona in negativo dell’Ungheria “intransigente” sull’emergenza migranti è diventata la reporter Petra Laszlo, inviata al confine con la Serbia per documentare gli scontri tra profughi e polizia da N1tv, emittente televisiva orientata su posizioni di destra radicale in quanto vicina al fronte ultraconservatore grazie ai rapporti stretti del direttore coi dirigenti del partito Jobbik.

(Calci e sgambetti ai migranti in fuga dall'Ungheria, bufera su reporter di N1tv: video)

La giornalista della tv ungherese, come mostrano chiaramente diversi video che hanno già fatto il giro del web scatenando un’ondata interminabile di reazioni indignate in tutto il mondo, oltre a raccontare i fatti effettuando interviste e confezionando servizi da Roszke, si è improvvisata “aiutante” degli agenti durante gli inseguimenti dei profughi con tanto di sgambetti e placcaggi ai danni di giovanissimi migranti in fuga.

All’apice dell’accanimento, Petra Laszlo si è lasciata andare a gesti di violenza gratuiti e ingiustificati contro gente indifesa, come si vede chiaramente nel filmato che la mostra intenta a prendere a calci una ragazzina e in un altro frammento mentre sgambetta padre e figlio rincorsi dalla polizia.

Inchiodata dai video apparsi in rete e al centro di furiose polemiche, la reporter di N1tv è stata licenziata in tronco dalla proprietà del network, su disposizione del direttore Kisberk Szabolcs che ha annunciato la sanzione irrevocabile tramite un post pubblicato stamattina su Facebook.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017