Excite

Piazza della Loggia, 36 anni dopo nessun colpevole

Il processo per la strage di piazza della Loggia ha portato a 5 assoluzioni in base all'articolo 530 comma 2, la vecchia 'insufficienza di prove'. Questa la sentenza dei giudici della Corte d'assise di Brescia, presieduta da Enrico Fischetti, giunta oggi dopo una settimana di camera di consiglio. Revocata la custodia cautelare a Delfio Zorzi che attualmente vive in Giappone. Per lui, Carlo Maria Maggi, per il collaboratore dei servizi segreti Maurizio Tramonte e per il generale dei carabinieri Francesco Delfino, la procura aveva chiesto l'ergastolo. Per Pino Rauti, ex segretario dell'Msi, era già stata chiesta l'assoluzione. 'Lo stato non ha voglia di far luce su quegli anni', ha dichiarato dopo la lettura della sentenza Manlio Milani, presidente dell'associazione familiari delle vittime. La cosiddetta 'strage di piazza della loggia', a Brescia, è del 28 maggio 1974. Una bomba nascosta in un cestino esplose nel corso di una manifestazione antifascista. 8 le vittime: Giulietta Banzi Bazoli, Livia Bottardi Milani, Euplo Natali, Luigi Pinto, Bartolomeo Talenti, Alberto Trebeschi, Clementina Calzari Trebeschi, Vittorio Zambarda.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017