Placido Rizzotto, i resti trovati dopo 64 anni

  • Filmdb.tv

E' di Placido Rizzotto il corpo scheletrico trovato nel 2009 nelle campagne di Corleone. Dopo 64 anni il sindacalista ucciso dalla mafia e gettato nelle foibe di Rocca Busambra potrà avere una sepoltura. La polizia scientifica di Palermo adesso è certa che i resti trovati siano di Placido, rapito a 34 anni il 10 marzo del 1948.

Segretario della Camera del lavoro di Corleone, Placido Rizzotto, lottò sempre contro la mafia organizzando la famosa rivolta per l'occupazione delle terre che erano in mano ai mafiosi, sostenuti dal boss nascente Luciano Liggio. Quest'ultimo fece rapire il sindacalista mentre stava per partecipare ad una riunione politica.

Il boss di Corleone si occupò della sparizione del corpo di Rizzotto facendo uccidere da alcuni suoi compari, tra cui Toto Riina, il piccolo Giuseppe Letizia, un bambino pastore che aveva assistito all'omicidio. Luciano Liggio, detto Lucianeddu, uccise Placido su ordine di Michele Navarra, a sua volta caduto qualche tempo dopo sotto i colpi di arma da fuoco dello stesso Liggo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014