Excite

"Politici cattolici votino contro i Dico"

Il diktat dei vescovi italiani è chiaro: "I cristiani sono tenuti ad obbedire al magistero della Chiesa e pertanto un fedele non può appellarsi al principio del pluralismo e dell'autonomia dei laici in politica, favorendo soluzioni che compromettano o che attenuino la salvaguardia delle esigenze etiche fondamentali per il bene comune della società".

La Cei torna di nuovo a tuonare contro i Dico e lo fa con una nota diffusa ieri: "Non abbiamo interessi politici da affermare - dicono ancora i vescovi -; solo sentiamo il dovere di dare il nostro contributo al bene comune, sollecitati oltretutto dalle richieste di tanti cittadini che si rivolgono a noi".

La fine della nota, poi, è un esplicito invito ai politici cattolici a "votare contro un progetto di legge favorevole al riconoscimento legale delle unioni omosessuali. Ricordiamo - è scritto ancora nella nota - l’affermazione precisa della Congregazione per la Dottrina della Fede, secondo cui, nel caso di un progetto di legge favorevole al riconoscimento legale delle unioni omosessuali, il parlamentare cattolico ha il dovere morale di esprimere chiaramente e pubblicamente il suo disaccordo e votare contro il progetto di legge".

Le risposte politiche non si sono fatte attendere. Fausto Bertinotti, presidente della Camera ha affermato che "il tema della laicità dello Stato è un valore fondativo delle nostre istituzioni".
Enzo Carra della Margherita afferma che quello della Cei è "un documento che va accolto con attenzione e rispetto" ma i Teodem "in piena autonomia" già si stavano muovendo nella direzione indicata. "Oggi non ci sentiamo soli", dice l'Udeur. Rosy Bindi legge la nota come "espressione coerente della sollecitudine pastorale".

"Non possiamo accettare vincoli d'obbedienza alla Chiesa nell'azione politica, lo Stato è laico e la politica autonoma. La Costituzione è la nostra Nota vincolante", scandisce Dario Franceschini dell'Ulivo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016