Excite

Portachiavi con animali vivi, l'ultima trovata cinese

Portachiavi realizzati con animali vivi. E' questa l'ultima crudele trovata di alcuni venditori ambulanti cinesi che ha subito scatenato la dura reazione delle associazioni che si battono per la protezione degli animali. Si tratta di sacchetti con all'interno una piccola tartarughina o dei piccoli pesci che possono sopravvivere al massimo qualche giorno.

Il tutto è venduto a poco prezzo e alla luce del sole. Questi portachiavi si possono trovare nelle stazioni della metropolitana o sui marciapiedi delle strade cittadine. Nulla di illegale infatti. Secondo la legge cinese è vietata la vendita di animali selvatici, ma non quella di tartarughe e pesci, proprio gli animali che vengono usati per realizzare questi portachiavi.

I venditori cinesi sostengono che nell'acqua colorata in cui sono immersi questi poveri esserini siano presenti dei nutrienti, che dovrebbero garantire la sopravvivenza degli animali anche per interi mesi. Ma la realtà è ben diversa. Le associazioni che si occupano di far valere i diritti degli animali hanno infatti affermato che si tratta di una vera e propria azione di maltrattamento degli animali. Al quotidiano cinese Global Times, Qin Xiaona, direttore della NGO Capital Animal Welfare Association, ha detto: 'Mettere un essere vivente dentro uno spazio sigillato e così ristretto per ottenere un guadagno è immorale e un vero e proprio abuso ai danni dell'animale'.

Foto: ecoo.it

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017