Excite

Prato, bimbi in gita sotto il sole: muore un 11enne

  • Corriere.it

Morire ad un 11 anni durante una gita scolastica insieme ad altri 60 compagni. Non ce l'ha fatta il bambino che ieri pomeriggio si è sentito male sulle pendici del monte Calvana, in località casa Bastioni, vicino a Prato. Doveva essere un'escursione come tante altre ma la lunga passeggiata in mezzo alla natura organizzata dslla parrocchia di Paperino si è trasformata in una tragedia.

Il piccolo Franco Lori si è sentito male dopo aver camminato chilometri ed è morto per arresto cardiaco. Il parroco di San Martino a Paperino che ha accompagnato i bambini, don Carlo Gestri, ha anche tentato di rianimare con il massaggio cardiaco l'11enne. Un elicottero del 118 arrivato sul posto ha trasportato all'ospedale Careggi il bambino mentre i vigili del fuoco hanno prestato soccorso agli altri. "Quando è arrivato abbiamo tentato una circolazione extracorporea - ha detto Valerio Del Ministro direttore sanitario dell'azienda universitaria ospedaliera fiorentina di Careggi - ma non c'è stata ripresa dell'attività cardiaca".

Secondo primi racconti, i bambini avrebbero visto il piccolo Franco accasciarsi, poi un accompagnatore ha avvisato il 118. La temperatura era molto alta e la Calvana è una montagna abbastanza brulla, senza molte possibilità di ripararsi dal sole, e i ragazzi di età compresa fra gli otto e i 16 anni, avrebbero avuto davanti a loro ancora un'ora di cammino. Anche altri bambini sono stati trasportati in ospedale perchè disidratati e stremati.

"Stavamo camminando da un pò, eravamo quasi in vetta quando ci hanno detto che un bambino si era sentito male. Mi sono voltata e lo stavano soccorrendo". E' il racconto di una bambina di dieci anni che faceva parte del gruppo. "Avevamo un pò caldo ed ero un pò stanca - aggiunge - ma eravamo tranquilli. E' una gita che facciamo ogni anno ed è sempre stato divertente". Sarà l'autopsia disposta per oggi a stabilire le cause della morte del ragazzino. Gli inquirenti non escludono che il malore potrebbe essere stato provocato da un problema congenito.

La prima ad arrivare all'ospedale dove era ricoverato è stata la mamma di Franco, in lacrime, accompagnata dalla sorella e dalla nipote. Il padre, autotrasportatore, è arrivato dopo circa un'ora: era al lavoro sulla costa toscana quando ha saputo della morte del piccolo, che era figlio unico. "Non mi interessa parlare con i medici. Ormai non possono guarirlo", ha detto il papà. "Lo abbiamo mandato sperando che si facesse nuovi amici, anche se lui preferiva stare in casa a giocare con il computer. Ora gli amici se li è fatti in Paradiso".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017