Excite

Premio Strega, il vincitore 2012 è Alessandro Piperno

  • Infophoto

Appena due voti di differenza e il Premio Strega 2012 va all'autore di Inseparabili, Alessandro Piperno. Lo spoglio di ieri sera ha dato vita a un emozionante testa a testa tra il vincitore ed Emanuele Trevi, con Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie, marchio Gems), ma alla fine è stato rispettato il pronostico della vigilia. Una sfida appassionante che ha sancito anche il ritorno alla vittoria di Mondadori, scalzata lo scorso anno da Bompiani.

"Non mi aspettavo di vincere. C'è stato un certo punto in cui ero sicuro di aver perso. Ho paragonato questo momento a quando c'è il derby, che sento in maniera particolare. Sono arrivato qui emozionato come quando entro all'Olimpico. Questa gioia è paragonabile ad uno scudetto. E' lo scudetto della mia carriera" ha dichiarato Piperno, svelando un'insospettabile passione pallonara.

E in effetti la votazione è stata avvincente. Con l'autore di Inseparabili, oltre a Trevi erano in gara Gianrico Carofiglio, con Il silenzio dell'onda (Rizzoli), Marcello Fois, autore di Nel tempo di mezzo (Einaudi) e Lorenza Ghinelli, con La colpa (Newton Compton): una cinquina che si è spartita fino all'ultimo le preferenze del corpo elettorale dello Strega - i quattrocento amici della domenica e i 60 lettori forti - con un inaspettato colpo di scena quando, a circa trecento schede scrutinate, Carofiglio sorpassa all'improvviso Piperno e Trevi, che fino a quel momento 'marciavano' affiancati.

Ma è un distacco temporaneo. I due riguadagnano presto terreno e arrivano testa a testa agli ultimi voti e solo quando i presentatori Francesca Fialdini e Luca Salerno leggono l'ultimo si sa che il vincitore 2012 è l'autore di Inseparabili. Alla fine saranno 126 preferenze per Piperno, 124 per Trevi, 119 per Carofiglio, 48 per Fois e 16 per Ghinelli.

Nella platea gremita di amici e personaggi della cultura e della politica, tra cui Giulio Tremonti, Dacia Maraini, Inge Feltrinelli, Ettore Scola, Alberto Bevilacqua, Francesco Rutelli e Marina Ripa di Meana con il marito Carlo, la notizia è stata accolta con un grande applauso, rivolto al vincitore, ma anche al secondo classificato.

"E' stata una battaglia dura e leale. M'ero dato per perso. Vi ringrazio e faccio in bocca al lupo ai miei avversari" ha commentato Piperno subito dopo la proclamazione e poi ha anticipato di stare lavorando a "un romanzo di 150 pagine che non sarà una saga familiare, ma sarà incentrato su un unico personaggio". Un cambio di scena, dunque, dopo Inseparabili, che con Persecuzione forma il dittico Il fuoco amico dei ricordi, storia cupa e malinconica di una famiglia, seguita nello svolgersi della sua esistenza, dall'infanzia dei due fratelli protagonisti, fino all'età adulta.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017