Excite

Presto il primo centro per l'anoressia in Toscana

  • Foto:
  • ©LaPresse

A Lido di Camaiore presto nascerà il primo centro per l'anoressia della Toscana. La struttura è inserita nelle priorità del Piano sanitario regionale. Il centro sarà realizzato in una villa situata in viale Colombo e potrà ospitare 10 persone. A gestirlo la cooperativa sociale Paim di Cascina.

La nascita della struttura è stata annunciata dalla stessa cooperativa sociale che si è aggiudicata la gara promossa dall'Ente per i servizi tecnico-amministrativi di Area Vasta della Toscana per il valore di oltre 3 milioni di euro. Il centro per l'anoressia sarà gestito dalla Paim e da Ville di Nozzano, una srl che si occupa di cure neuropsichiatriche nell'ambito della terapia psico-biologica dei disturbi psichiatrici maggiori e dei disturbi del comportamento e dell'umore.

Sul sito web ufficiale della cooperativa le parole del presidente di Paim Giancarlo Freggia: 'E' un traguardo importantissimo per noi poiché si tratta di un progetto all'avanguardia nel panorama nazionale e il primo in Toscana. Per la nostra cooperativa è il completamento di un approccio integrato all'offerta di servizi socio-sanitari sul territorio regionale, con la gestione di un centro che si occuperà di una categoria di disturbi specifici, quelli del comportamento alimentare, su cui la Regione si è molto impegnata e che colpiscono soprattutto i giovani'.

Sempre nel sito web della cooperativa è spiegato che l'esperienza del centro di Camaiore rappresentaerà un punto di riferimento per altri centri che la Regione Toscana vuole aprire, nella convinzione che, a differenza dei normali reparti ospedalieri dove oggi vengono ricoverati i pazienti che soffrono di anoressia o bulimia, la nuova struttura avrà il vantaggio di offrire un ambiente familiare, più ristretto, dove anche i parenti stretti, come genitori e fratelli, potranno essere seguiti.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017