Excite

Processo Scazzi, Michele Misseri confessa (di nuovo)

Dopo la prima mezz'ora di domande, nuovo colpo di scena durante la trentesima udienza del processo Sarah Scazzi, in corso nell'Aula del Tribunale di Taranto: Michele Misseri ha infatti dichiarato di avere ucciso lui la nipote, strangolandola con una corda perché lo infastidiva. La 'confessione' dell'uomo ha provocato l'immediata reazione dell'avvocato difensore, che subito dopo le parole di 'zio' Michele si è alzato in piedi e ha rimesso il mandato. Ora a Misseri è stato assegnato un legale d'ufficio e dopo un'interruzione di un'ora e mezza l'udienza è ripresa, anche se questo 'colpo di teatro' rischia di rimettere tutto in discussione (leggi la notizia).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017