Excite

Prove Invalsi 2013: calendario completo e informazioni

  • Getty Images

Prove Invalsi 2013 ai blocchi di partenza: a partire dalla seconda settimana del mese, infatti, i test per valutare le conoscenze in italiano e matematica degli alunni delle scuole dello Stivale arrivano nelle classi. A cominciare saranno il 7 maggio i bambini della seconda e quinta elementare, seguiti il 14 dai ragazzi della prima media e il 16 dagli allievi della seconda classe delle superiori. A chiudere il cerchio, il 17 giugno, i 600 mila studenti alle prese con l'esame di terza media, dove la prova vale un sesto del voto d'esame complessivo, con valutazioni comprese tra il 4 e il 10.

Tfa speciali 2013, i requisiti e le novità

Come spiegato dal commissario straordinario dell'Invalsi, Paolo Sestito, i test enfatizzano "le competenze del ragazzo più che le mere conoscenze scolastiche" e pertanto sono considerati un valido metodo per valutare i punti di forza e debolezza degli studenti, anche se non manca chi invece li critica duramente, come il sindacato Cobas-Scuola, che li definisce "test distruttivi" e per questa ragione ha indetto 3 giorni di sciopero proprio in concomitanza delle date di svolgimento delle prove, ovvero il 7, 14 e 16 maggio.

Tuttavia, dall'Istituto Nazionale per la Valutazione del sistema Educativo di Istruzione e di Formazione ribadiscono che gli Invalsi "non possono e non vogliono essere il metro di giudizio sul singolo alunno" e che e anche nel caso dell'esame di terza media il loro peso "è solo parziale", sottolineando allo stesso tempo che proprio a partire da quest'anno "è stato dato maggiore spazio a domande aperte, sia in matematica sia in italiano, insistendo su aspetti di competenza più che di conoscenza, per capire il ragionamento compiuto dallo studente per dare le risposte".

L'obiettivo finale di queste prove è di "stimolare l'avvio di quei processi di autovalutazione da cui le scuole dovrebbero poter identificare propri punti di forza e criticità, individuando possibili interventi di miglioramento" e per tale ragione a partire da settembre verrà effettuata la 'restituzione' dei test, ovvero l'invio delle prove corrette ai singoli Istituto, così da consentire la migliore programmazione didattica possibile.

Ma non solo. In arrivo ci sono anche diverse novità, tra cui una prova per le superiori, da svolgere nel mese di gennaio-febbraio 2014, alla quale potrebbe seguire un test di inglese dal 2016 (nell'ottica di una riforma dell'esame di stato per il 2015). Quest'ultimo anticiperebbe l'introduzione nell'a.a. 2013/2014 - al momento su base campionaria e a cadenza pluriennale - di una prova di lingua per le classi quinta elementare e terza media. Infine, a partire dal 2014 online sarà disponibile una banca test per consentire agli allievi delle scuole di ogni ordine e grado di esercitarsi e ai docenti di effettuare valtuazioni 'internedie'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017