Excite

Quali sono le città italiane a rischio alluvioni?

  • Twitter @ilfoglio_it

Le immagini eloquenti delle auto sprofondate a diversi metri dal livello del suolo sul Lungarno a Firenze stanno facendo da ieri il giro della rete mostrando il tallone d’Achille di una delle città più belle d’Italia, ma il rischio di dissesto idrogeologico è talmente diffuso sia a nord che a sud dello Stivale da imporre alle autorità nazionali e locali misure urgenti a tutela dell’incolumità dei cittadini.

Quali Comuni rischierebbero se il Vesuvio esplodesse? Sono 63, ecco la mappa

Gli esperti di politiche urbanistiche e ambientali da tempo, in più occasioni, avevano rilanciato l’sos alluvioni varie zone del Paese dove ancora mancano interventi strutturali a difesa del territorio, mentre le minacce legate ai cambiamenti climatici non stanno certo ad aspettare la tardiva azione riparatrice dell’uomo nelle aree maggiormente esposte al pericolo di vecchi e nuovi fenomeni naturali (calamitosi solo negli effetti).

Quanti soldi servirebbero al governo e ai Comuni per mettere in sicurezza l’intero Paese nel giro di cinque o dieci anni al massimo? Secondo il numero uno della task force istituzionale contro il dissesto idrogeologico su scala nazionale Mauro Grassi, lo Stato dovrebbe assicurare uno stanziamento di base pari a 5 miliardi di euro, due terzi dei quali devono destinarsi nell’immediato alla ristrutturazione di reti idriche obsolete in molte regioni.

(Dissesto idrogeologico, prevenzione zero in Italia: guarda il video)

Attualmente, oltre a Firenze, l’elenco delle zone da considerare in costante allerta comprende almeno 5 grandi città come Milano, Torino, Genova, Bologna e Palermo, tutte interessate da importanti progetti di riqualificazione ambientale con cantieri già aperti e finanziamenti sul lungo periodo tuttavia non sempre adeguati allo scopo.

Ancora più seria la situazione in province del Centro e Sud, isole comprese da anni sull’orlo dell’emergenza frane e alluvioni: dai casi più eclatanti di Sarno e Carrara agli irrisolti problemi di Reggio Calabria, Catania e Pescara, si può purtroppo affermare senza tema di smentita che il territorio italiano fa acqua da tutte le parti.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017