Excite

Quella canaglia del mio capo...

Il capo dispotico e irascibile è la prima causa di un licenziamento volontario.
A sentenziarlo è una ricerca condotta da Wayne Hochwarter, un professore americano dell'università della Florida.

Nello studio condotto su un campione di 700 lavoratori è scaturito che il rapporto conflittuale fra il dipendente e il suo capo è la prima causa di un abbandono spontaneo del soggetto.
Circa un terzo degli interpellati, infatti, ha dichiarato di subire il silence treatment, ovvero silenzi forzati da parte del capo che, volontariamente, mette in una condizione di disagio evitando di rivolgere la parola ai lavoratori.
La seconda causa di malumore è il mancato riconoscimento dei propri meriti. Segue la delusione per alcune promesse mai mantenute.

Il 24 per cento degli intervistati ha percepito una violazione della propria privacy, operata dai propri datori di lavoro, mentre un numero equivalente ha notato nei superiori una tendenza a non assumersi le proprie responsabilità.

Cosa fare per risolvere questa spiacevole situazione? I consigli sono tre: parlare direttamente con il capo, facendogli capire di essere al corrente delle sue fastidiose strategie, restare ottimisti, soprattutto, in un ambiente caratterizzato da stress negativo e depressione, rendersi visibili e mai nascondersi agli occhi dei colleghi e del capo. Pare siano proprio coloro che non si vedono nè si sentono a subire gli abusi piu' pesanti in ufficio.

Siete anche voi soggetti ad abusi da parte del vostro capo? Sfogatevi nei commenti!
Se invece state cercando un altro lavoro, allora cliccate qui.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016