Excite

Raffaele Sollecito laureato con tesi sul caso Meredith Kercher, tra vicenda giudiziaria e social network

  • Getty Images

Mentre è in attesa del giudizio di Cassazione nel processo che lo vede imputato per concorso in omicidio, Raffaele Sollecito si è laureato dottore magistrale in Ingegneria e scienze informatiche e per la sua tesi ha scelto un argomento che conosce bene, il caso Meredith Kercher. Sollecito vive sulla sua pelle da anni l'accusa di aver ucciso la studentessa inglese e ha voluto mettere la sua vicenda giudiziaria nero su bianco nella sua tesi di laurea.

Raffaele Sollecito voleva sposare una statunitense per sfuggire al carcere

Valutazione 88 su 110, la proclamazione è avvenuta mercoledì 14 luglio, al Dipartimento di Scienze Informatiche dell'Università di Verona. La sua tesi di laurea ha indagato il caso Meredith sui social network, analizzando il traffico generato dalle notizie e il flusso di commenti innocentisti e colpevolisti sul caso. D'altronde la rete in questi anni si è trasformata più volte in arena di dibattito sull'omicidio di Meredith Kercher e sul lungo e complesso iter giudiziario che ne è seguito. Ecco un video della proclamazione trapelato su Youtube.

Nel 2008, pochi mesi dopo l'omicidio di Meredith, Raffaele Sollecito si era laureato in carcere a Perugia, per poi iscriversi alla facoltà di Verona. Per una giornata è stato un ragazzo come tanti: teso, emozionato, ma anche felice per quel traguardo raggiunto. Ha discusso la sua tesi sereno di fronte alla commissione, supportato da amici e parenti accorsi all'università, oltre che dalla sua nuova ragazza. Nell'aula Gino Tessari ad assistere alla seduta di laurea anche il suo avvocato Luca Maori e i consulenti informatici che lo hanno seguito nei processi di questi anni. Una giornata di abbracci e sorrisi, anche se l'attenzione mediatica non è venuta meno, con la presenza di alcune telecamere e cronisti a documentare l'avvenimento.

Lo studente pugliese, condannato insieme all'ex fidanzata Amanda Knox per l'omicidio di Meredith Kercher dalla Corte d'assise d'Appello di Firenze, è in attesa della sentenza definitiva della Cassazione che dovrebbe pronunciarsi nei prossimi mesi. La sua difesa ha impugnato la condanna arrivata in secondo grado nel nuovo processo a Firenze, ordinato proprio dalla Corte Suprema che aveva annullato la sentenza di assoluzione a Perugia e rinviato gli atti ad un altro tribunale perché si ripetesse il secondo grado di giudizio.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017