Excite

Ragazza uccisa era incinta: arrestati 3 minori

A soffocare, bruciare e gettare nel pozzo legata ad un masso Lorena Cultraro, 14 anni di Niscemi in provincia di Caltanissetta, sono stati tre ragazzi di paese minorenni, 17, 16 e 15 anni. Uno di questi era il fidanzato della giovane.

Guarda le foto del casolare in cui è stata trovata Lorena Cultraro

I tre ragazzi, interrogati per tutta la sera dai carabinieri e dai magistrati, avrebbero ammesso il coinvolgimento nel delitto, raccontando ai magistrati di aver dato appuntamento a Lorena nel pomeriggio del 30 aprile, il giorno in cui la ragazza è scomparsa e i genitori ne hanno denunciato l'allontanamento da casa.

La povera ragazza era stata portata in un casolare isolato, dove già altre volte si erano recati, con l'obiettivo di spassarsela: non era la prima volta che il fidanzato la "cedeva" agli altri due compagni.

A quel punto Lorena aveva fatto l'ammissione informando i tre che poteva essere incinta, e che il padre era uno di loro e per questo motivo doveva prendersi le proprie responsabilità. "Lo dirò che è stato uno di voi": sono queste le parole pronunciate dalla ragazza e che avrebbero fatto perdere la testa ai tre che decidono di ucciderla subito, lì stesso.

Uno di loro le ha stretto una corda attorno al collo, mentre gli altri due la tenevano ferma. Hanno trascinato il corpo di Lorena per circa cinquanta metri fino ad una vasca d'irrigazione. I ragazzi hanno bruciato il cadavere della ragazza e quindi legato un grosso masso al collo, gettandola in un pozzo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016