Excite

Rapina a mano armata a Napoli con finale assurdo

  • Youtube

Ha dell'incredibile quel che è avvenuto a Ponticelli, Napoli, dove una rapina a mano armata si conclude con una stretta di mano tra la vittima e l'assalitore. Una sorta di remake di una scena tratta da 'Il...Belpaese', film per la regia di Luciano Salce, in cui alcuni dei protagonisti sono talmente assuefatti ad episodi di violenza da viverli con estrema normalità.

Nel video, pubblicato on line dall'Arma dei Carabinieri, un uomo ed una donna fanno ingresso nel negozio, si fanno mostrare dal gioielliere della merce con la scusa di voler acquistare un prezioso, quindi chiariscono le reali intenzioni.

Ercolano, due rapinatori uccisi da un gioielliere

Il rapinatore estrae la pistola e strattonando la vittima si fa aprire la cassaforte. Quindi, accade l'impensabile. Il gioielliere ed il suo carnefice finiscono per socializzare.

L'assalitore estrae il suo documento, mostrandolo al gioielliere, scusandosi e giustificando la sua azione. Tutto finito? No. Perché prima di andare via, i due si scambiano una stretta di mano.

Nel frattempo, però, alcuni passanti hanno allertato le forze dell'ordine. Il rapinatore 'gentiluomo', il 30enne Giuseppe Merolla viene arrestato dopo un inseguimento a piedi durato 5 minuti. Indosso aveva l'arma con cui poco prima aveva minacciato il gioiellierie: una pistola calibro 7,65 con colpo in canna ed altri quattro nel tamburo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017