Excite

Renato Vallanzasca ruba mutande al supermecato: arrestato per furto, torna in carcere

  • Youtube

La parabola criminale di Renato Vallanzasca non si è conclusa col tanto discusso reinserimento in società: il principe della mala milanese torna in carcere, arrestato per aver rubato un paio di mutande al supermercato.

Vallanzasca licenziato dalla titolare dopo le polemiche

Incredibile ma vero, il "bel René" torna in carcere per un banale furto: 70 euro il valore del bottino. Vallanzasca ha nascosto dei boxer, delle cesoie e del concime per piante in una borsa prima di uscire da un supermercato milanese: alla cassa avrebbe pagato solo alcuni generi alimentari ma non ciò che aveva infilato in borsa.

Colto sul fatto da un addetto dell’antitaccheggio, il criminale che ha collezionato complessivamente quattro ergastoli e 295 anni di reclusione torna in cella: il fermo è stato eseguito immediatamente dai carabinieri del nucleo radiomobile di Milano. La bravata gli costerà un giudizio immediato, visto che sarà processato per direttissima, e la revoca del regime di semilibertà che gli era stato concesso dal carcere di Bollate.

Antonella D'Agostino, libera la moglie di Vallanzasca: "Amicizia con camorristi, ma nessuna associazione a delinquere"

Il 'bandito elegante' della mala milanese degli anni '70 e '80 aveva avviato la sua carriera criminale nel 1972 proprio con una rapina al supermercato: la sua vita da fuorilegge è stata costellata di omicidi, rapine a mano armata, sequestri di persona, evasioni dal penitenziario, rivolte carcerarie. Un'epopea criminale che ha ispirato tanta letteratura e i film La banda Vallanzasca di Mario Bianchi (1977) e Vallanzasca - Gli angeli del male di Michele Placido.

Amesso al beneficio del lavoro esterno dal 2010, dopo 40 anni di carcere ha iniziato un lento percorso di reinserimento lavorando in una pelletteria, in un negozio di abbigliamento a Sarnico, in provincia di Bergamo, e da ultimo in una tabaccheria, fino all'epilogo che lo ha riportato nuovamente in cella.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017