Excite

Riforma di Wall Street, svolta in Usa

La riforma finanziaria di Wall Street è ora legge. Ieri sera il Senato americano ha approvato la riforma del sistema finanziario con 60 voti favorevoli e 39 contrari. La riforma è stata fortemente voluta dal presidente Barack Obama che apporrà la sua firma la prossima settimana trasformandola definitivamente in legge.

La riforma di Wall Street, la più grande dopo la Grande Depressione, era stata approvata il primo luglio scorso dalla Camera dei Rappresentanti con 237 voti favorevoli e 192 contrari. Il testo, il Dodd-Frank Act, dal nome dei due autori, i presidenti democratici delle commissioni Finanze del Senato e della Camera Christopher Dodd e Barney Frank, è stato dettato dalla grave crisi finanziaria che ha investito gli Stati Uniti ed il mondo intero nel 2008.

Questa riforma dovrebbe impedire in futuro una nuova crisi e, come affermato dal presidente Usa, dovrebbe proteggere gli americani da 'patti oscuri' e mettere fine agli abusi delle banche. Il provvedimento si articola in 2.300 pagine e pone le basi per il varo di 533 nuovi regolamenti. Il testo impone nuove regole al settore bancario, istituisce una nuova procedura per liquidare le grandi istituzioni finanziarie, che non potranno più godere di salvataggi pubblici, e costituisce un nuovo ufficio per la protezione dei consumatori di prodotti finanziari.

Parlando dalla Casa Bianca poco dopo il voto, Obama ha detto: 'Firmerò la legge di riforma di Wall Street trasformandola in legge con il risultato di proteggere i consumatori e porre le basi di un sistema finanziario più sicuro, innovativo, creativo, competitivo e meno teso al collasso e al panico'. Il capo della Federal Reeserve, Ben Bernanke, ha parlato di 'un grande passo avanti verso la possibilità di prevenire il ritorno della recente crisi finanziaria'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017