Excite

Riforma Gelmini, studenti assediano il Senato

Gli studenti italiani sono in protesta da settimane contro la Riforma Gelmini. Il ddl del Ministro dell'Istruzione sulla scuola e le Università è in procinto di essere approvata, per questo oggi si sono moltiplicate le manifestazioni in tutta Italia.

In molti atenei studenti, precari, ricercatori e docenti sono saliti sui tetti e molti hanno occupato le aule universitarie. Così come le scuole sono in agitazione per evitare, come dicono molti, che la riforma rallenti il paese, invece di renderlo competitivo. La protesta però si è fatta violenta verso la fine della mattinata, quando 200 studenti, davanti alla Camera, hanno intonato cori di protesta.

Un gruppo di giovani hanno assediato il portone di Palazzo Madama e hanno lanciato uova contro le vetrate del secondo ingresso della sede del Senato. L'irruzione è durata qualche minuto, la Polizia ha fermato i ragazzi all'ingresso e li ha spinti verso l'esterno. Fuori la sede parlamentare sono proseguite le proteste, con lanci di fumogeni e uova contro il portone e un solo grido comunitario: 'Dimissioni, dimissioni'. Altri studenti romani hanno sfilato in cortei per la città, fermandosi a Palazzo Grazioli.

Immediate le reazioni dei politici tra cui la protagonista di questa protesta Mariastella Gelmini, la quale ha condannato: 'Gli studenti che contestano le riforme del governo rischiano di difendere i baroni, i privilegi e lo status quo. Alcuni studenti vengono strumentalizzati da esponenti politici della sinistra che oggi hanno deciso di inscenare una sceneggiata sui tetti delle università. Bersani in questo modo dimostra poco rispettoso nei confronti dell'Aula che in queste ore sta discutendo una riforma che rivoluziona l'università italiana'.

Infatti il segretario del Pd è salito anche lui sui tetti dell'Università per dare il suo sostegno agli studenti. Il Presidente del Senato, Renato Schifani, invece, ha invitato ad abbassare i toni: 'Quello che è accaduto è di una gravità inaudita. Bisogna abbassare i toni e a condannare episodi simili con fermezza, senza se e senza ma'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017