Excite

Rimosso il capo dei vigili di Roma Catanzaro

Il Comandante dei vigili urbani di Roma Giovanni Catanzaro è stato sorpreso, venerdì sera, da un fotografo mentre parcheggiava la sua auto personale in divieto di sosta con rimozione forzata (guarda le foto) in via della Croce, nel centro di Roma. Utilizzava inoltre un pass per disabili risultante smarrito da un'anziana signora che Catanzaro dirà poi appartenere alla madre della sua compagna.

In seguito a questa vicenda il sindaco di Roma Walter Veltroni ha emesso nei suoi confronti un'ordinanza di revoca dell' incarico di Comandante generale del Corpo della Polizia Municipale. Il "minimo", direbbero le migliaia di cittadini romani (alle prese tutti i giorni con l'annoso problema parcheggi e con il costante caro multe) che ora vorrebbero vedere alla pubblica gogna il capo dei vigili deambulare per le vie della capitale legato su un carro attrezzi.

Sogni da "automobilista incazzato" (per dirla come Gioele Dix a Zelig) che resteranno, giustamente, nel cassetto. Non sono comunque mancate le reazioni ufficiali alla celere presa di posizione di Veltroni, per prima la maggioranza in Giunta Comunale:"La maggioranza sostiene senza esitazioni la decisione assunta questa mattina dal sindaco Walter Veltroni con la rimozione dal suo incarico del comandante dei vigili, Giovanni Catanzaro, e ne apprezza la tempestività»: è quanto dichiarano in una nota i capigruppo della maggioranza di centrosinistra al Comune di Roma. «L'assoluta gravità delle notizie apparse oggi sulla stampa - aggiungono - si commenta da sola: quello che serviva era una condanna ferma, rapida e inequivocabile, e per questo plaudiamo alla decisione di Veltroni. Rimuovere subito dal suo incarico Giovanni Catanzaro è l'unica cosa da fare in questo momento per restituire fiducia ai cittadini legittimamente offesi e turbati da quanto avvenuto e per garantire serenità al corpo dei vigili, ingiustamente colpito dall'inciviltà di un suo rappresentante".

Poi l'opposizione capitanata da Gianni Alemanno:"Bene ha fatto il sindaco Veltroni a cacciare immediatamente il Capo dei Vigili Urbani Catanzaro, che si è reso colpevole di una illegalità tanto vistosa e offensiva per la coscienza sociale e civile dei romani, ma molto meglio avrebbe fatto ad ascoltare le nostre perplessità sulla nomina di questo personaggio ai vertici della polizia Municipale" [...] "Avevamo detto che non ci sembrava una nomina di adeguato spessore per un posto così importante e dettata da logiche più ispirate al controllo politico e burocratico che ad affettivi criteri meritocratici. Purtroppo la rimozione di oggi è una conferma molto più pesante delle nostre critiche e delle nostre perplessità".

Infine la Cisl: "Un plauso al sindaco di Roma, Walter Veltroni, per la decisione, anche se tardiva, di rimuovere il comandante dei vigili urbani della capitale Giovanni Catanzaro - dice il segretario aggiunto della Cisl polizia municipale, Gabriele Di Bella - E' impensabile che proprio chi dovrebbe far rispettare il codice della strada tenga un comportamento immorale che rievoca episodi da Prima Repubblica. Sono fermamente convinto che chi sbaglia deve pagare, perché non può essere consentito a nessuno di noi di infangare una divisa che con dignità e decoro indossano quotidianamente migliaia di donne e uomini. Spero che il sindaco trovi il modo per riconoscere che ad oggi deve ancora iniziare la ricostruzione del Corpo".

Tutti d'accordo quindi nell'applaudire il repentino atto di forza veltroniano. Un solo dubbio...l' ex capo dei vigili urbani pagherà la multa?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016