Excite

Delitto Perugia, i genitori di Amanda Knox rinviati a giudizio

Il giudice dell'udienza preliminare di Perugia ha rinviato a giudizio Curt Knox ed Edda Mellas, genitori di Amanda Knox, la studentessa americana condannata a 26 anni di prigione in primo grado per l'omicidio dell'inglese Meredith Kercher, per diffamazione nei confronti di cinque agenti della Squadra mobile di Perugia per dichiarazioni contenute in un'intervista del 2009 sul sito internet del Sunday Times.

Il prossimo 4 luglio, così, Curt Knox ed Edda Mellas dovranno presentarsi davanti al tribunale di Perugia. Sotto accusa le dichiarazioni dei genitori di Amanda i quali affermarono che la figlia, dopo l'arresto, fu maltrattata fisicamente e psicologicamente dagli agenti.

Nel capo d'imputazione si legge: 'In particolare riferivano, contrariamente al vero, che Amanda non era stata assistita da un interprete, che non le erano stati somministrati né cibo né acqua, che era stata 'abusata' (abused) sia fisicamente che verbalmente; che era stata colpita dietro la testa con una manata e 'minacciata' ('se chiedi un avvocato le cose si metteranno peggio per te...')'.

I difensori dei genitori di Amanda hanno fatto sapere che i due 'non avevano alcuna intenzione di ledere il prestigio e il decoro degli agenti della squadra mobile di Perugia' e hanno sottolineato la mancanza di intenzionalità da parte dei loro assistiti, chiedendone il proscioglimento. Ma, evidentemente, il gup non l'ha pensata allo stesso modo. Per Curt Knox ed Edda Mellas niente proscioglimento, è in arrivo piuttosto il processo.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017