Excite

Roberto Adinolfi gambizzato, agguato al dirigente Ansaldo Nucleare

  • YouTube

Roberto Adinolfi, amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, è stato vittima di un agguato questa mattina poco prima delle 8.30 a Genova. Due uomini a bordo di uno scooter con indosso caschi integrali hanno bloccato il manager e suo figlio di 20 anni sotto casa in via Montello 14 in zona Marassi, e lo hanno gambizzato, aprendo il fuoco. Adinolfi, colpito al ginocchio destro, è stato ricoverato all'ospedale San Martino in codice giallo ed è al momento in sala operatoria.

Nessuna rivendicazione è arrivata finora, ma gli inquirenti ritengono che possa possa arrivare in giornata. Secondo il Procuratore Capo di Genova, Michele Di Lecce, che sta seguendo direttamente l'indagine, la matrice dell'attentato potrebbe essere di natura eversiva: "Dobbiamo ancora orientarci, sono in corso i primi rilievi. Non si escludono altri moventi, come motivi privati".

Ingegnere, sposato con due figli, Adinolfi è a capo da sempre di Ansaldo Nucleare società del gruppo Finmeccanica, nata nel 1989 dalla fusione tra il gruppo Nucleare Italiana Reattori Avanzati e Ansaldo Meccanico Nucleare. La società con sede a Genova, che ha 170 dipendenti, produce reattori e centrali nucleari di terza generazione.

"Sono cose che non si commentano", sono state le prime parole del ministro del Lavoro, Elsa Fornero durante un convegno sull'apprendistato organizzato in Piemonte. "Avevo appena finito di votare a Terlizzi, che mi informano del ferimento del manager Ansaldo a Genova: orrore e preoccupazione. Non tornino i tempi bui", ha invece detto su Twitter il presidente di Sinistra ecologia e Libertà Nichi Vendola.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017