Excite

Roberto Benigni su Beppe Grillo: "Io sono Pinocchio e il Grillo non lo seguo"

Prima che esplodesse la polemica del cachet di Roberto Benigni pagato dal Pd (e dunque dai contribuenti), accesa dal 'collega-rivale' Beppe Grillo, il comico toscano in un'intervista dopo la sua investitura a cittadino onorario di Firenze difende la categoria, "di moda", scherzando sull'impossibilità per lui e Grillo di andare d'accordo perché "io sono Pinocchio". Sempre sul filo dell'ironia, Benigni invita quindi Grillo a ricordarsi di lui, se fosse eletto, e poi, tornando serio, si rivolge al premier Monti chiedendo di occuparsi in particolar modo del lavoro, aspetto fondante di ogni società. E proprio sul tema - in particolare sulla tassazione della produttività - è di oggi la notizia che il comico ligure non avrà il rimborso per gli oltre 500 mila euro di Irap versati, perché la sua attività non risulta a titolo personale (leggi la notizia).

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017