Excite

Roberto Saviano ancora nel mirino dei Casalesi

Un nuovo allarme per lo scrittore Roberto Saviano, autore di "Gomorra", sembra essere giunto proprio dal leader dei Casalesi, Francesco "Sandokan" Schiavone. Dal carcere di Opera, dove è detenuto in regime 41 bis, il camorrista avrebbe mandato al suo avvocato un fax in cui parla dello scrittore. Il fatto è emerso nel corso di una registrazione del programma di approfondimento Matrix alla quale era presente lo stesso Saviano.

L'episodio ha gettato nuove paure sull'incolumità dello scrittore. L'interrogatorio seguito alle rivelazioni che sarebbero state fatte dal pentito Carmine Schiavone, secondo le quali il clan dei Casalesi avrebbe progettato e programmato la morte di Saviano prima di Natale, sembrava aver ridimensionato l'allarme. Al procuratore aggiunto di Napoli Franco Roberti e dal pm della Dda Antonio Ardituro, Schiavone aveva, infatti, detto di non aver mai parlato e di non essere a conoscenza di un piano dei Casalesi per attentare alla vita dello scrittore.

Ma il fax che sembra sia stato scritto da Francesco "Sandokan" Schiavone fa temere per la vita dell'autore di "Gomorra". A quanto pare il camorrista avrebbe così scritto: "Questo grande romanziere che fa il portavoce di chissà chi deve smettere di fare illazioni calunniose false su di me non solo in conferenza stampa, ma poi riportate sul giornale Repubblica che lo leggono milioni di persone, accostandomi a signori che non ho mai conosciuto".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016