Excite

Roma, allerta per il corteo di domani. Fermati 5 black bloc e un furgone di armi. Ecco le vie bloccate

  • Getty Images

di Simone Rausi

Roma nel caos con un fine settimana di fuoco che vedrà nella giornata di domani, sabato 19 Ottobre 2013, il picco più alto di allerta lanciato dalle forze dell'ordine. Decine di realtà antagoniste sfileranno in un corteo che partirà alle 14 da Piazza di Porta San Giovanni e arriverà diverse ore dopo al Piazzale di Porta Pia. No Tav, No Muos, Movimenti per il diritto dell'abitare, centri sociali, associazioni per la tutela del reddito e altre per la tutela ambientale attraverseranno la via Merulana, passeranno da Piazza Santa Maria Maggiore, dalle vie Liberiana, Cavour, Giovanni Amendola, Giuseppe Romita, Cernai, Pastrengo, XX Settembre fino ad arrivare al Piazzale di Porta Pia passando per Viale del Policlinico. L'allerta è massima e questa mattina 5 black bloc francesi sono stati espulsi.

Roma: sciopero dei trasporti revocato ma weekend di fuoco

"Si tratta di professionisti del disordine" fa sapere la questura, "hanno dai 20 ai 40 anni, due di loro hanno precedenti per terrorismo nel loro Paese e altri due erano già stati sottoposti a controllo durante le manifestazioni No Tav in Val di Susa". Al momento del fermo nessuno di loro possedeva dei cellulari, probabilmente per non essere intercettati. Una soglia di attenzione sempre più alta divenuta allerta quando le forze dell'ordine, sempre in mattinata, hanno fermato un furgone sospetto che aveva a bordo manganelli, un martello frangivetro e biglie. Tutto il materiale è stato sequestrato.

Durante il corteo di stamattina dei sindacati di base, inoltre, la Digos ha intercettato una decina di anarchici a volto coperto che, alla vista delle forze dell'ordine in tenuta antisommossa, si sono dileguati tra le vie del Pigneto e le bancarelle del mercato, a una decina di chilometri rispetto alla manifestazione. Secondo quanto appreso dalle fonti alcuni dei manifestanti circonderanno domani il ministero dell'Economia sito in via XX Settembre, e si accamperanno almeno fino a domenica in Porta Pia, ai piedi del ministero delle infrastrutture.

La tensione quindi resta alta e la Questura ha già disposto alcune manovre di sicurezza: la stazione metro A di San Giovanni è chiusa già dalle 15 di oggi e le unità di vigilanza presso le sedi sopracitate e gli obiettivi sensibili verranno notevolmente rafforzate. Intanto in Campidoglio è stata allestita un'unità di crisi coordinata dal gabinetto del Sindaco. Tutti i monitoraggi verranno effettuati in stretto contatto con il Viminale. Roma è sotto la lente di ingrandimento per le prossime 48 ore.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017