Excite

Roma, arrivano gli sponsor per banchi e sedie

Sono in arrivo in otto scuole della Capitale arredi scolastici con lo sponsor. Imprenditori privati, infatti, doneranno alle scuole banchi e sedie in cambio di una targhetta con la pubblicità del loro logo. L'idea è stata lanciata dalla provincia pugliese Barletta Andria Trani per combattere le conseguenze dei tagli alla scuola.

Il presidente del municipio Orlando Corsetti (Pd) ha spiegato: 'All'inizio dell'anno la situazione era disastrosa: in alcune scuole del territorio non c'erano banchi, i bambini non sapevano dove sedersi e i fondi comunali erano insufficienti per far fronte a questa urgenza. Così ci siamo autorganizzati'.

Dopo essere passata da una delibera di giunta del I municipio, l'iniziativa è stata da poco recepita dai consigli d'istituto in base al principio dell'autonomia scolastica e accolta da sette tra aziende private e cooperative di Roma. La media Giuseppe Mazzini, la Carlo Cattaneo, l'Istituto comprensivo Regina Margherita e la Di Donato, alcune delle scuole interessate. Tra le aziente che hanno aderito all'iniziativa ci sono il bar-ristorante romano Lo zio d'America, i supermercati Sir, la ditta di costruzioni Parnasi, l'azienda di parcheggi Cam, il costruttore Antonelli, una cooperativa sociale.

Corsetti ha poi sottolineato: 'Si tratta di sponsor etici grazie ai quali il municipio coprirà il 40 per cento delle sue esigenze di arredi scolastici fondamentali. La situazione all'inizio dell'anno scolastico era disastrosa: su 150mila euro che avevamo richiesto al Comune di Roma per banchi e sedie ce ne hanno destinati, in bilancio, solo 20mila. In molte classi i bambini, il primo giorno di scuola, non sapevano dove sedersi e nelle altre gli arredi erano vetusti. Così ho lanciato questa idea e sia la mia giunta, sia gli otto dirigenti scolastici del territorio, sia gli imprenditori mi hanno dato ragione. Banchi e sedie dovranno essere regolabili, in modo da poter essere utilizzati sia dai bambini delle materne sia dagli studenti delle medie. E tra gli sponsor non ci dovranno essere multinazionali'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017