Excite

Roma, conto da 695 euro a "Il Passetto" per due turisti giapponesi

Non l'ha passata liscia il titolare dello storico ristorante di Roma "Il Passetto", non lontano dalla suggestiva Piazza Navona. Dopo il conto da capogiro presentato a due turisti giapponesi, ben 695 euro per due antipasti, due primi, due secondi e due coppette di gelato, il ristoratore è stato denunciato per truffa.

Guarda le immagini dello scontrino da 695 euro

Il fatto è accaduto venerdì 19 giugno, quando i due turisti, una coppia di fidanzati, ha deciso di concedersi un pranzo romantico nel noto ristorante. Non appena si sono accomodati un cameriere li ha accolti e si è offerto di essere lui a pensare al menù. I due fidanzati giapponesi non hanno obiettati e hanno gustato il pranzo scelto dalla casa. Peccato però che al momento del conto i due hanno ricevuto un'amara sorpresa. Costo del pranzo degustato 695 euro, in cui è stata inclusa una salata mancia di 115,50 euro.

Se in un primo momento i due turisti hanno pensato a un errore, una volta avuta indietro la carta di credito la coppia ha dovuto accertare la spiacevole realtà. I fidanzati, però, hanno deciso di raccontare l'accaduto alla polizia e hanno presentato una denuncia al commissariato Trevi Campo Marzio. A quel punto il ristorante "Il Passetto" è stato controllato dagli agenti i quali hanno constatato che i prezzi applicati ai due turisti erano ben diversi da quelli presenti sul menù. Sono stati poi richiesti controlli sanitari da parte del Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl RmA che ha riscontrato carenze strutturali, ambienti sporchi e frigoriferi non funzionanti. La Asl ha dunque disposto l'immediata chiusura per gravi carenze igienico sanitarie.

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha così commentato la vicenda: "Per quanto mi riguarda questo ristorante non deve più aprire e per casi di questo genere si deve arrivare alla revoca della licenza. Ho dato mandato alla Polizia Municipale di predisporre dei controlli straordinari, anche di personale in borghese, per smascherare queste truffe che devono essere perseguite con fermezza fino ad arrivare alla revoca della licenza. Questi singoli casi, che rappresentano una minima parte, rischiano di infangare la reputazione della stragrande maggioranza dei ristoratori romani, conosciuti in tutto il mondo per l'ottima qualità del cibo e del servizio e per i prezzi equi".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016