Excite

Roma, ucciso in pizzeria un fattorino 18enne. Gli hanno sparato al petto

  • LaPresse

Gli hanno sparato al petto mentre si trovava nel bar-pizzeria, gestito da un egiziano di 49 anni, in via Frascineto, a Morena, Roma Sud. Così è morto Edoardo Sforna detto 'Dodo', 18 anni, incensurato, fattorino nella stessa pizzeria. Il fatto è avvenuto intorno alle 22 di martedì. Alla scena hanno assistito alcuni clienti presenti in quel momento nel locale. Trasportato in condizioni gravissime al Policlinico di Tor Vergata per Edoardo non c'è stato nulla da fare. Nella notte è deceduto. Subito sono partite le indagini dei carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo e del nucleo investigativo di Frascati, ma sul movente ancora non ci sono ipotesi. La pizzeria è stata posta sotto sequestro.

A quanto pare due uomini a volto coperto sono entrati nella pizzeria e hanno esploso almeno 4 colpi di pistola verso il ragazzo colpendolo al torace e sono scappati. Come si legge sulla cronaca romana de Il Corriere della Sera, un testimone, un giovane sulla trentina che abita nella zona, ha raccontato che il killer che ha colpito Edoardo era un ragazzo magro, basso di statura, con i capelli biondi, di circa venti anni. Il testimone, che è stato a lungo ascoltato dai carabinieri, ha raccontato: 'Ero lì con mia moglie per prendere delle birre quando mi è passato accanto uno con il casco in testa. Poco dopo ho sentito almeno tre colpi di pistola, poi quello è sceso dalle scale e l'ho visto: il casco non era integrale e sotto si vedevano dei capelli che sembravano biondi. Era magro, bassetto, avrà avuto al massimo venti anni. Mi è passato davanti ci siamo guardati e senza dire niente, con la pistola in mano, ha raggiunto un altro che lo aspettava su uno scooterone. L'altro aveva pure lui il casco, capelli forse neri e due grandi occhi azzurri. Avrà avuto al massimo 25 anni'.

Un altro giovane, un ventitreenne che come Edoardo lavora saltuariamente nella stessa pizzeria, ha raccontato: 'Saranno state le dieci quasi spaccate, eravamo seduti ai tavolini, abbiamo sentito gli spari e dopo è arrivato Edoardo che si teneva il petto e diceva 'Oddio mi hanno sparato, chiamate mia madre, mi sento male?, poi è caduto per terra lì davanti a noi'. E ha aggiunto: 'Si è sollevato la maglietta e ci ha fatto vedere il buco della pallottola: sembrava una ferita da fucile a pallini. Poi è caduto per terra. Abbiamo chiamato l'ambulanza e ci hanno messo 40 minuti ad arrivare da Tor Vergata, che è qua vicino'.

Anche Magdy Jonues, il titolare della pizzeria dove Edoardo lavorava part time da circa un mese consegnando pizze a domicilio, ha sottolineato la lentezza dei soccorsi affermando: 'Abbiamo aspettato circa 40 minuti l'ambulanza, l'abbiamo chiamata almeno dieci volte. Edoardo poteva salvarsi se fosse stato soccorso in tempo'. E spiegando: 'Quando Edoardo è arrivato da noi a chiedere aiuto stava bene, aveva solo un graffio in petto da cui usciva il sangue. Dopo un quarto d'ora ha iniziato a impallidire e quando è arrivata l'ambulanza non respirava più. E' uno scandalo aspettare tutto quel tempo'.

Ma la Direzione di Ares 118 ha fatto sapere: 'La chiamata per il soccorso in questione è arrivata alla Centrale Operativa 118 di Roma alle ore 21.57 per concludersi un minuto dopo: il richiedente riferiva 'stato di shock in paziente a cui avevano sparato'. L'ambulanza, inviata dalla postazione territoriale di Cinecittà, è giunta sul luogo dell'evento alle ore 22.12 ed ha caricato il paziente sul mezzo di soccorso alle ore 22.14. Il ragazzo è giunto presso il pronto soccorso dell'ospedale Policlinico Tor Vergata alle ore 22.17. Dalla chiamata del richiedente all'arrivo in ospedale del paziente sono quindi trascorsi 20 minuti'.

Nel frattempo gli inquirenti stanno ascoltando parenti e amici di Edoardo per cercare di trovare un movente a quella che sembra essere stata una vera e propria esecuzione. Tutti hanno parlato di Edoardo come di un bravo ragazzo, studente, lavoratore, volontario della Croce Rossa, fidanzato da pochi mesi. Ora ci si chiede perché un giovane dalla vita regolare sia stato ucciso in quel modo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017