Excite

Rosa Bazzi: "Azouz mi ha violentato"

"Lui era cotto di me. In tutti i posti dove andavo lui c’era. Mi voleva a tutti costi e mi ha violentato". Rosa Bazzi si sentiva perseguitata dal tunisino Azouz Marzouk, a cui secondo l'accusa avrebbe sterminato insieme al marito Olindo Romano la famiglia.

Nell'aula del Tribunale di Como, è stata ascoltata oggi la registrazione dell'interrogatorio del 6 giugno 2007 quando la donna aveva parlato di una presunta violenza sessuale subita dal tunisino tre settimane prima della strage dell'11 dicembre 2006.

L'episodio sarebbe accaduto alle 9 di una mattina, mentre il marito Olindo Romano, era andato al lavoro. Ad un certo punto la Bazzi racconta di aver visto Azouz: "Mi ha preso per la schiena, ha detto che senza di me non ce la faceva più a vivere, che voleva lasciare Raffaella", ha proseguito l’imputata.

Quindi la donna ha dichiarato che il vicino di casa le ha strappato la maglietta rossa che indossava, e poi, dopo aver cercato di difendersi, è stata sbattuta sul divano, subendo lo stupro. Alla fine della violenza l'avrebbe salutata dicendole: "Ciao, ci vediamo. Sei figa".

Azouz Marzouk, che aveva già querelato la Bazzi per calunnia, ha smentito con un biglietto scritto al suo legale, affermando di non aver "mai tradito Raffaella, l'amavo troppo. Il racconto della "bella", ironizza Azouz, "signora non merita commenti e comunque, come è facile immaginare, non è mai stato il mio tipo".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016