Excite

Rottweiler costretto a vivere con un cucciolo impiccato

Una storia agghiacciante sul maltrattamento degli animali arriva da Paese, una cittadina in provincia di Treviso. I Nas, Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma, hanno trovato una femmina di Rottweiler rinchiusa in un recinto, coperto da una pericolosa lamiera.

In questa sorta di gabbia, dietro ad una casa isolata, si trovava di tutto, dai frigoriferi in disuso ali materiali di cantiere, una vera e propria discarica a cielo aperto dove era posizionata la cuccia di questo cane, il quale da un po' di tempo non riusciva a dormire per la presenza di un altro animale. Un cucciolo ucciso e legato a penzoloni per una gamba, che emanava un odore nauseabondo.

La scena era sconvolgente e il padrone del cane è stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali, nonché per l'uccisione del cucciolo, anche se ha dichiarato che è stato il rottweiler ad aggredire il suo simile. Inoltre l'uomo riceverà sicuramente una multa per la mancata applicazione del microchip e la mancata effettuazione del vaccino dell’antirabbica.

Mentre il cagnolino sarà sottoposto ad autopsia per chiarirne la morte, l'altro cane è stato già portato in un rifugio, dove l'hanno ribattezzato Lea. Andrea Zanoni presidente della LAC (Lega per l'Abolizione della Caccia) del Veneto ha dichiarato: 'Sono inorridito da questa macabra scoperta. Speriamo che Lea trovi presto un padrone che la accudisca amorevolmente. In merito a questo mio paesano ho già dato mandato ai nostri legali affinché al momento del processo ci possiamo costituire parte civile per partecipare al processo con l’intento di chiedere il massimo della pena e i danni morali'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017