Excite

Russia, ancora incendi. Colpite le zone contaminate da Chernobyl

Continua la situazione di emergenza in Russia. Gli incendi di foreste e torbiere che stanno mettendo in ginocchio il Paese sembrano non accennare a diminuire e a far tornare la situazione alla normalità. Secondo quanto riferito dal sito internet della Guardia forestale russa, i roghi hanno colpito anche le zone contaminate dal disastro di Chernobyl.

Alcune immagini di Mosca invasa dal fumo

Nelle zone inquinate da Chernobyl sono scoppiati diversi incendi. Nella regione di Briansk, al confine con Bielorussia e Ucraina, uno dei territori più inquinati, il 6 agosto sono stati registrati almeno 28 incendi su una superficie di 269 ettari. Il Ministero russo per le Situazioni di emergenza ha fatto sapere che i roghi che interessano le zone contaminate sono tenuti costantemente sotto controllo e molti sono già stati spenti.

In questa situazione disastrosa una piccola buona notizia è arrivata insieme al temporale che ha colpito Mosca e che, almeno in parte, è riuscito a liberare la capitale russa dalla fitta coltre di fumo che ormai da giorni la soffocava. Grazie anche ai venti e all'incessante lavoro dei vigili del fuoco, nei boschi e nei villaggi della Russia centrale sono stati domati diversi incendi.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017