Excite

Russia, secondo attentato in 24 ore a Volgograd: 15 morti e 30 feriti, torna l'incubo terrorismo

  • Getty Images

Due sanguinosi attentati in poche ore hanno sconvolto la Russia, minacciata ancora una volta dall’emergenza terrorismo. A causare la nuova strage, il giorno dopo la prima carneficina a Volgograd, è stato questa volta un uomo, sempre kamikaze, legato al fondamentalismo islamico secondo quanto risulta dalle ricostruzioni ufficiali fornite alla stampa dal comitato interno d’inchiesta.

Donna kamikaze fa strage a Volgograd: le foto

La strategia messa in campo dai nuclei terroristi in Caucaso, molto probabilmente, mira a destabilizzare il Paese in vista dei giochi olimpici invernali di Sochi, importante vetrina internazionale per la Federazione Russa sotto l’egida del presidente Vladimir Putin. L’azione suicida portata a termine oggi, con l’esplosione di 4 kg di tritolo all’interno di un filobus pieno di passeggeri, ha causato, stando alle stime del momento, almeno 15 morti, mentre il bilancio dei feriti dovrebbe essere fermo a quota trenta.

Ieri erano state 17 le vittime del kamikaze (una donna di 26 anni, Oslana Aslanova) che aveva innescato un potente ordigno nella stazione ferroviaria della città caucasica, con una quarantina di cittadini rimasti feriti per le schegge rilasciate dall’esplosivo. Sette persone, poco più di due mesi fa, erano state uccise nella stessa zona geografica in seguito ad un altro atto di simile fattura, evidentemente nell’ambito di un’operazione ad ampio raggio tesa a mettere in ginocchio la sicurezza nazionale della Russia.

Pochi, alla luce delle relazioni delle forze dell’ordine e del ministero degli interni, i dubbi residui sia sulla dinamica che sugli scopi dei due attentati “gemelli” che hanno riportato prepotentemente il terrore nel cuore dell’ex Unione Sovietica.

Nuova strage a Volgograd: guarda il video

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017