Excite

Salvatore Parolisi: "Amavo Melania anche se la tradivo". Lunedì la sentenza

  • Ansa

Al Tribunale de L’Aquila è in corso la seconda udienza del processo d’Appello a Salvatore Parolisi. Si arriva all’ultimo round in attesa della sentenza prevista per la giornata di lunedì. Il processo si svolge a porte chiuse e il procuratore generale ha chiesto la conferma dell’ergastolo e delle aggravanti per il marito-assasino di Melania Rea. Nel corso dell’udienza sono arrivate le dichiarazioni spontanee del caporal maggiore prima di dare spazio ai suoi avvocati Biscotti e Gentile.

Parolisi, motivazioni sentenza shock: "Melania uccisa per un rapporto negato"

L’uomo ha ribadito la sua innocenza e per la prima volta si è rivolto ai familiari di Melania. Il contenuto dell’intervento è stato riportato da Michele Rea: “La amavo anche se ho sbagliato a tradirla. Grazie per ciò che state facendo per Vittoria". Parolisi nel suo breve intervento non si è soffermato sulla ricostruzione dei fatti evitando di darne una alternativa.

Il fratello di Melania ha poi commentato le parole di Parolisi: “Per la prima volta ha indirizzato il suo sguardo verso di noi, dopo due anni non so come ha fatto. Il tutto per ringraziarci del fatto che noi facciamo tutto per la bambina. Delle bugie e dei trans non si è parlato per niente, Parolisi ha parlato cinque minuti. Per me lui rappresenta il nulla, non mi fa nè caldo nè freddo, mi dispiace solo per quella povera bambina che comunque un giorno dovrà sapere e mi dispiace anche per Melania che ha avuto a che fare con questa persona.”

Presente in aula anche Gennaro Rea, padre di Melania, che all’uscita dell’udienza ha dichiarato di aver ascoltato con indifferenza le parole di Salvatore “perché è indifendibile”. E’ toccato poi agli avvocati della difesa con Biscotti che ha fatto sapere di aver ribattuto punto su punto le accuse formulate contro il suo assistito e ha sottolineato che quest’ultimo non era sul luogo del delitto. Gli avvocati della difesa hanno chiesto inoltre di riesaminare alcuni indizi, in particolare un’orma e un polsino sporco di sangue che non sarebbero di Melania e nemmeno di Salvatore.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017