Excite

Sarah Scazzi, al riesame i parenti di Michele Misseri

Nuove verità potrebbero aggiungersi nell'inchiesta che riguarda l'omicidio di Sarah Scazzi. Una svolta delle indagini c'è stata lo scorso 23 febbraio, quando sono stati arrestati i parenti di Michele Misseri, Carmine Misseri e Cosimo Cosma.

I due sono accusati di 'concorso in soppressione di cadavere'. Avrebbero aiutato lo zio di Sarah a disfarsi del corpo della ragazza. Una storia familiare agghiacciante che questa mattina sarà di nuovo davanti ai giudici del riesame di Taranto. Forse, per i due, ci potrebbe essere una scarcerazioni, con eventuali arresti domiciliari.

Intanto nuove rilevazioni sono state fatte a casa Misseri, infatti, è stata trovata una macchia di sangue in un angolo nascosto della dimora, dove vive ancora Cosima Serrano. Gli esperti stanno esaminando il reperto, che potrà portare alla luce nuove certezze e si spera che possa indicare il ruolo reale dove è morta la quindicenne.

Intanto aumentano i problemi anche per l'indagata numero uno, Sabrina Misseri. I suoi legali Emilia Velletri e Vito Russo hanno lasciato la sua difesa, perché loro stessi indagati. L'avvocato, infatti, è accusato di favoreggiamento personale, intralcio alla giustizia e soppressione di atti veri, per quest'ultimo reato è indagata anche la moglie.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017