Excite

Sarah Scazzi, il ritrovamento del suo cellulare e il sospetto della sorella segreta

Continuano le ricerche di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana scomparsa lo scorso 26 agosto, ma l'intera vicenda sembra ancora essere avvolta nel mistero. Al momento, in un campo tra Avetrana e Nardò, è stato ritrovato il cellulare della ragazza. A quanto pare l'apparecchio è stato lanciato da un'auto in corsa ed è senza scheda e batteria.

Alcune immagini di Sarah Scazzi

Il cellulare è saltato fuori tra la cenere delle stoppie di un terreno, è quindi parzialmente bruciato. Sul luogo del ritrovamento si sono recati il pm e i carabineri alla ricerca di ulteriori tracce e indizi.

Michele Misseri, zio di Sarah e papà di Sabrina, la cugina della quindicenne scomparsa, ha detto: 'Quando ho visto la mascherina ho avuto un tuffo al cuore. Dentro di me ho subito pensato che era il cellulare di Sarah'. Il 26 agosto, quando è sparita nel nulla, la giovane si stava recando proprio a casa della cugina.

Il cellulare è stato trovato proprio da Misseri. Martedì pomeriggio l'uomo ha ripulito, con un collega, il terreno che si trova lungo la provinciale 116. Con la scopatrice ha prima raccolto il fogliame degli ulivi e poi lo ha bruciato. Dopo il lavoro Misseri è andato via, ma si è accorto di aver dimenticato lì il cacciavite così ieri mattina ci è tornato. Mentre cercava il cacciavite Misseri ha trovato il telefono parzialmente bruciato, senza batteria e scheda sim. Il numero identificativo ha confermato che si tratta del Nokia che Sarah aveva con se il giorno della sua scomparsa.

Subito oltre cinquanta tra volontari della protezione civile e dei carabinieri hanno dato il via alle ricerche e si sono addentrati nell'uliveto. Da quando la ragazza è sparita, sono tante le ipotesi che sono state fatte. Si è pensato che fosse stata la giovane stessa a voler sparire, poi sono stati avanzati sospetti sui familiari, adesso l'ipotesi del sequestro diventa sempre più preponderante.

Lo zio di Sarah, Misseri, è stato interrogato a lungo dagli investigatori, così come il suo collega. A quanto pare gli inquirenti guardano con sospetto al fatto che il ritrovamento del cellulare sia stato fatto proprio da un familiare e sono sempre più convinti del fatto che la giovane sia salita nella macchina di qualcuno che conosceva. La mamma di Sarah, Concetta Serrano Spagnolo, ieri sera ha detto: 'Sono ancora più confusa di prima. Bisogna indagare su tutto e su tutti. Anche sui familiari e sugli amici. Per cercare la verità'.

Ad indagare sul difficile caso ora c'è anche l'ex comandante dei Ris di Parma, Luciano Garofano. Nel frattempo la signora Concetta ha lanciato nuovi sospetti sui familiari. La donna, nel corso di un'intervista al Corriere del Mezzogiorno, ha ipotizzato che il marito e padre di Sarah abbia un'altra figlia a Milano, avuta da una relazione extra-coniugale.

La mamma della giovane ha detto di temere il 'passato burrascoso che potrebbe avere creato rancori o sete di vendetta'. La donna ha poi raccontato un episodio avvenuto un anno fa: 'Eravamo in macchina con mio marito e Sarah stava giocando con il suo telefonino quando vide che nella memoria c'era la foto di una bambina di circa cinque anni con i capelli scuri. Lei sospettò subito e disse al padre: chi è questa, un'altra tua figlia che vive a Milano? Mio marito s'infuriò con lei urlando che non doveva permettersi di curiosare tra le sue cose. Poi si giustificò dicendo che quel telefono lo aveva comprato di seconda mano e che sicuramente la foto apparteneva al vecchio proprietario'.

La signora Concetta ha poi affermato che lo scorso 26 agosto, quando la figlia è scomparsa, Maria, la badante romena dello zio, era sempre al telefono. 'Ricordo che mentre noi stavamo imbiancando la casa - ha detto la mamma di Sarah - lei usciva fuori per telefonare; anche poco prima che mia figlia uscisse lo ha fatto. Mi ha meravigliato anche la dettagliatissima descrizione che ha dato ai carabinieri su com'era vestita Sarah, persino i particolari più piccoli che nemmeno noi sapevamo'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017