Excite

Sarah Scazzi: la cugina Sabrina fermata per omicidio e sequestro

Concorso in omicidio volontario e sequestro di persona. Questa la pesante accusa con cui gli inquirenti hanno disposto il fermo di Sabrina Misseri, la cugina 25enne di Sarah Scazzi.

Video: Sabrina Misseri piange per la cugina Sarah Scazzi

Nella giornata di ieri, verso ora di pranzo, Sabrina era stata portata via incappucciata dalla sua casa per evitare telecamere e giornalisti e condotta nella caserma dei carabinieri di Manduria per essere ascoltata come persona informata dei fatti. Poi, al termine di un interrogatorio durato sei ore, la svolta. Alle 22,30, intanto, il procuratore di Taranto Franco Sebastio lasciava la caserma senza fare alcuna dichiarazione.

Una svolta avvenuta anche dopo l'interrogatorio di Michele Misseri, avvenuto nel primo pomeriggio nella stessa caserma. Nell'ultima versione l'uomo avrebbe chiamato in causa la ragazza affermando che questa avrebbe indotto la cugina Sarah a scendere nella cantina dove è stata uccisa e l'avrebbe trattenuta mentre veniva soffocata dal padre.

Guarda le foto dei funerali di Sarah Scazzi

Guarda il video dei verbali del caso Sarah Scazzi

E mentre Sabina non ha fino a ora fatto alcuna ammissione di responsabilità, per alcune fonti il suo fermo sarebbe legato solo al mancato scioglimento delle contraddizioni della sua versione dei fatti con le dichiarazioni di suo padre.

Il suo avvocato intanto, Vito Russo, fa sapere che manca il movente. 'Ho chiesto alla Procura di formalizzare un incidente probatorio per mettere a confronto le lacunose versioni che Michele Misseri ha dato. Sabrina è serena perché non ha nulla da nascondere. Per me è innocente, ma è anche vittima di questa vicenda'.

Sin dal tardo pomeriggio di ieri avevano cominciato a circolare notizie di Sabrina come probabile indagata. Secondo i pm, inizialmente, avrebbe avuto un ruolo nella fase dell'occultamento del cadavere. Poi, una intercettazione ambientale avrebbe cambiato le carte sul tavolo da gioco: le microspie avrebbero registrato un dialogo nella famiglia Misseri che avrebbe portato gli inquirenti a dedurre il possibile coinvolgimento di Sabrina.

Guarda il video della notizia della morte di Sarah Scazzi

Sabrina è adesso nella sezione femminile del carcere di Taranto. Nelle prossime 48 ore la procura dovrà chiedere la convalida del fermo e l'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017