Excite

Satellite Goce: impatto sulla Terra in 48 ore. Rientra allarme per l'Italia

  • Getty Images


** Update **
Rientra l'allarme per il satellite Goce. Dopo che in un primo momento era stato ipotizzato che frammenti derivanti dalla sua esplosione al momento del contatto con l'atmosfera avrebbero potuto cadere sul Belpaese, ora la Protezione Civile fa sapere che l'Italia non è a rischio.

Nulla a che vedere con Deep Impact o altri film catastrofici del genere, ma la caduta del satellite Goce (o per meglio dire dei suoi frammenti) sulla Terra un po' di preoccupazione nella generazione del XXI secolo cresciuta a pane e fantascienza la sta creando. Lanciato nello Spazio dall'Agenzia spaziale europea (Esa) nel 2009, Goce ha finito il carburante, iniziando a perdere quota, e quando impatterà con l'atmosfera nelle prossime 48 ore si disintegrerà, dando origine a una pioggia di detriti che - al momento - è impossibile prevedere in quale angolo del Pianeta finiranno. Un'incertezza che coinvolge anche l'Italia, ragione per cui la Protezione Civile ha diramato un'allerta in cui invita le persone a stare in casa nell'orario stimato di impatto dei frammenti con la Terra.

"Al momento, all'interno dell’arco temporale che va dalla sera di sabato alla tarda mattinata dell'11, non è ancora possibile escludere la remota possibilità che uno o più frammenti del satellite possano cadere sul nostro territorio", spiegano dalla Protezione Civile, aggiungendo che le "finestre di rischio" per l'Italia sono tre. Nello specifico, l'invito a stare in casa va "dalle 8.26 alle 9.06 di domenica 10 novembre" per "il Centro-Nord (Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna)", "dalle 19.44 alle 20.24 sempre di domenica" per "i territori di Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria e Sardegna" e "dalle 7.48 alle 8.28 di lunedì 11 novembre" per un territorio "per il quale non sono ancora disponibili informazioni".

Stando alle previsioni degli scienziati dell'Inter-Agency Space Debris Coordination Committee e dello Space Debris Office dell'Esa, che monitoreranno la caduta del satellite Goce (del peso di 1,1, tonnellate), i detriti più grandi potranno avere le dimensioni di un motore e pesare 90 kg, e per questo la Protezione Civile, considerando che "impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti", consiglia di stare ai piani bassi delle case, "più sicuri", addirittura individuando nei "vani delle porte inserite nei muri portanti (quelli più spessi)" i luoghi a maggiore garanzia di resistenza in caso di schianto.

Ma se è vero che la prudenza non è mai troppa, è altrettanto vero che il rischio di diventare il bersaglio di un frammento di Goce è infinitamente piccolo: "Gli esseri umani hanno 250.000 probabilità in più di vincere la lotteria che di essere colpiti dai resti del satellite", hanno spiegato infatti gli esperti dell'Esa. Ma tant'è, un certo allarmismo resta e i più dubbiosi della propria dose di buona sorte hanno messo mano alle piante di case e appartamenti per trovare i muri portanti...

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017