Excite

Saturno, acqua sulla sua luna?

E' sulla rivista scientifica britannica Nature che gli scienziati stanno dibattendo sull'esistenza o meno di oceani di acqua salata sotto la crosta gelata di Encelado, la sesta maggiore luna di Saturno. Un articolo pubblicato sulla rivista ne annuncia la presenza, mentre un altro ne dà smentita.

Secondo l'articolo che annuncia la presenza di oceani di acqua salata, dal polo sud di Encelado sono sparati nello spazio enormi getti d'acqua che si alzano per centinaia di chilometri e sono formati da vapore acqueo, gas e piccolissimi granelli di ghiaccio. A raccogliere le prove sarebbero stati gli obiettivi della sonda Cassini della Nasa in orbita attorno a Saturno. Secondo Juergen Schmidt dell'Università di Potsdam (Germania) e di Nikolai Brilliantov dell'Università di Leicester tra i granelli ghiacciati c'è del sodio, di conseguenza sotto la crosta ci dovrebbero essere degli oceani di acqua salata. Il cloruro di sodio, inoltre, è presente in una concentrazione pari a quella esistente negli oceani terrestri. Questo non esclude, quindi, che potrebbero esserci anche alcune forma di vita.

Mentre, secondo l'articolo che smentisce l'esistenza di oceani di acqua salata i getti di vapore acqueo che escono da Encelado non sono dei geyser provenienti da oceani sotterranei. Il professor Nicholas Schneider del Laboratorio di fisica spaziale e atmosferica del centro di ricerca di Boulder in Colorado ha analizzato le immagini con il telescopio Keck-1 del diametro di 10 metri e ha detto di aver misurato troppo poco sale. Se ci fossero degli oceani la quantità di sale dovrebbe essere superiore. Secondo il professor Schneider e i suoi colleghi i getti escono da caverne sotterranee, ma non sono escluse altre ipotesi.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016