Excite

Scambio di embrioni al Pertini: Dna conferma l'errore e identifica i genitori biologici. Lotta legale tra le madri per i gemellini

  • Twitter

di Simone Rausi

Il terribile dubbio è adesso diventato una ancor più tremenda certezza. Lo scambio di embrioni al Pertini di Roma c'è stato eccome, a certificarlo sono i risultati delle ananlisi biologiche alla saliva e al Dna. I test avrebbero inoltre permesso di identificare i genitori biologici dei gemellini che adesso un'altra donna starebbe portando in grembo. In realtà non si tratterebbe della coppia che ha sporto denuncia perchè le date delle operazioni procedurali non hanno alcuna coincidenza. A quanto pare, infatti, la coppia che ha sporto denuncia ha eseguito l'impianto degli embrioni il 4 Dicembre mentre la coppia in attesa l'ha eseguito il 6.

Scambio di embrioni al Pertini. Una delle due mamme: "Rivoglio i miei figli"

>Nessuno scambio quindi tra le due coppie ed escluso anche il pericolo per altri futuri genitori, tutti prontamente informati secondo quanto dichiarato da Vitaliano De Salazar, direttore generale dell'Asl di Roma B. In ogni caso al Pertini sono state sospese tutte le visite al reparto di fecondazione assisita. E adesso si aprono inoltre gli spiragli per una disputa legale che già vede sul tavolo una serie di ipotesi e previsioni contrastanti.

Secondo il parere della società per la libertà della ricerca scientifica "Luca Coscioni" a spuntarla, nella disputa, saranno i genitori biologici che potranno appellarsi alla legge 40. Di tutt'altro parere il giudice costituzionale Santosuosso secondo il quale la coppia in attesa dei gemelli potrebbe dormire sonni tranquilli. Per il giurista, infatti, "la mamma che sta portando avanti la gestazione non rischia di perdere i figli. Può perderli solo se decide di interrompere la gravidanza", mentre la mamma genetica non ha nessun titolo, dal punto di vista giuridico, di rivendicare nulla". A mettere tutti d'accordo il presidente della Regione Lazio Zingaretti che promette che "chi ha sbagliato pagherà". Nel fratempo sia Zingaretti che il ministro della Salute Beatrice Lorenzin buttano acqua sul fuoco assicurando che in Italia vengono eseguiti ogni giorno centinaia di impianti di embrioni senza alcun rischio di errore. Il presidente della Regione ha inoltre evidenziato come si debba offrire ai pazienti la certezza assoluta di Centri in cui si può affrontare serenamente il problema

Nel frattempo la Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti e senza ipotesi di reato mentre il Codacons ha depositato un esposto proprio alla Procura in cui si chiede di verificare se ci siano stati episodi penalmente rilevanti come l'omissione di atti d'ufficio, l'interruzione di pubblico servizio ed eventuali lesioni alle coppie coinvolte causate da stress psicofisico. E al Pertini il telefono continua a squillare. Dall'altra parte del filo centinaia di coppie estremamente preoccupate e in attesa di rassicurazioni.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017